Chiudono alla grande gli arbitri, mai così perfetti

di Marco Mancini Commenta

Chiudono in bellezza gli arbitri di serie A. Dopo le polemiche scaturite dai molti errori compiuti nel girone d’andata (spesso a favore dell’Inter), nel ritorno i fischietti italiani si sono distinti per aver azzeccato tutte le decisioni, e non aver influito in maniera significativa sul regolare svolgimento del campionato.
Buona la trovata di Collina di far disputare ai giovani esordienti le gare con squadre senza obiettivi. Si comportano molto bene Tommasi (alla seconda gara in A), anche se è un pò troppo severo col Genoa, a cui espelle due giocatori, Pinzani (anche per lui sono 2 le presenze nella massima serie), Velotto e Valeri (4 le partite per entrambi), che prendono decisioni difficili, come i 3 rigori in Sampdoria-Juventus (tutti giusti) e il gol di Rocchi in sospetto fuorigioco, giustamente convalidato.

Ma anche i veterani non sono da meno. Secondo la Gazzetta il miglior arbitro del campionato è stato Saccani di Mantova. La sua 102esima gara in A è forse la più difficile, quella tra Catania e Roma, dove però non sbaglia niente, sia sulle ammonizioni che sul gol annullato giustamente a Mascara. Molto bravo anche Rocchi in Parma-Inter, dove però avrebbe dovuto essere un pò più severo sulle entratacce da rosso diretto di Materazzi e Castellini. Almeno però ha usato lo stesso metro di giudizio. L’unico errore di giornata forse lo fa Farina, annullando un gol probabilmente regolare a Diana che parte in linea con un difensore viola. Ma su questo caso ci sono molti dubbi, mentre non ce ne sono sugli altri 2 gol annullati al Toro, entrambi irregolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>