Arbitraggi 21^ giornata: la neve non fa bene agli arbitri

di Marco Mancini 1

Il turno infrasettimanale ed il ghiaccio hanno fatto male agli arbitri italiani, e forse è meglio che si siano giocate solo 5 partite finora, altrimenti chissà quanti altri disastri si sarebbero potuti combinare. Molti i risultati condizionati dalle sviste arbitrali, in una giornata che cancella quanto di buono abbiamo visto nelle ultime partite.

Ma andiamo con ordine e diamo la precedenza ai risultati falsati. Cominciamo con il dare ragione a Mazzarri. Molte volte l’allenatore del Napoli, forse tradito dall’adrenalina, protesta ingiustamente per degli errori arbitrali che non ci sono, ma questa volta ha pienamente ragione perché il gol di Pandev nel finale convulso di Napoli-Cesena era regolare. Non si sa cosa abbia segnalato l’assistente di Banti, se un fuorigioco (che non c’è) o un fallo di mani del macedone (che non c’è nemmeno), fatto sta che il gol regolare è stato annullato.

Grave anche la disattenzione in Inter-Palermo sul gol del 3-2 di Milito. Il fuorigioco era abbastanza evidente anche a velocità normale, ma il signor Guida non se ne avvede. Le altre decisioni sono giuste, compresi i gol in fuorigioco annullati ai nerazzurri, ma forse un po’ più di rigidità nei cartellini non avrebbe fatto male.

Altra gara che farà discutere è Lazio-Milan. Qui il secondo gol biancoceleste un po’ spegne le polemiche, ma c’è da dire che se sullo 0-0 fosse stato concesso il rigore ai rossoneri, avremmo raccontato tutta un’altra partita. Cosa è successo: sull’assist di Ibra, El Shaarawy controlla in modo corretto ma Dias gli soffia il pallone con un braccio. Il movimento è chiaramente volontario e Damato fischia il rigore, ma poi il suo assistente lo corregge, dicendo che il tocco di mano è dell’attaccante del Milan e non del difensore. L’esplosione di proteste ovviamente non è servita a nulla perché l’arbitro ha deciso di riprendere con una punizione per la Lazio. In seguito prenderà altre due decisioni sbagliate, dato che manca un rigore per parte.

Infine in Cagliari-Roma c’è da dire che il gol del 3-2 del Cagliari era da annullare per fuorigioco, anche se difficile da vedere, di Thiago Ribeiro, e non sarebbe stato uno scandalo se la trattenuta di Agostini su Kjaer fosse stata punita con il rigore.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>