Rivaldo in Angola come calciatore-missionario

di Gioia Bò Commenta

Ennesima stimolante avventura per il brasiliano Rivaldo, che a 40 anni quasi suonati ha deciso di accettare la corte del Kabuscorp in Angola. L’ex Pallone d’Oro, campione del mondo con il Brasile nel 2002 e passato per squadre di grande livello come Milan e Barcellona, ha trascorso gli ultimi anni ai margini del calcio d’élite, dedicandosi al ruolo di calciatore-presidente nel Mogi Mirim, prima di tornare a calcare i rettangoli verdi con la maglia del San Paolo.

In Angola il fantasista continuerà a giocare a calcio, ma troverà anche il tempo per tentare di evangelizzare la popolazione locale:

Sono venuto qui in Angola perché già cinque mesi fa ho acquistato un terreno per costruirvi una chiesa evangelica. Costruirò il tempio Shammah, perché Dio è qui.

E chissà che non riesca ad essere convincente con le parole più di quanto lo sia con i piedi.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>