Ancelotti, due settimane e sarà Chelsea, Wenger al Real

di Marco Mancini Commenta

Mancano ancora due settimane alla fine dei vari campionati nazionali in tutta Europa, ma già le idee sono piuttosto chiare su chi saranno i prossimi allenatori dei maggiori club. Oggi è arrivata l’ufficializzazione che Arsene Wenger, dopo 13 anni, lascerà la panchina dell’Arsenal per sedersi su quella d’oro del Real Madrid.

Gli spagnoli quindi escono decisamente dalla trattativa per Ancelotti, che a questo punto resta conteso soltanto tra Chelsea e Milan. Anche se, a dir la verità, pare proprio che i rossoneri non stiano facendo nulla per trattenerlo. A differenza invece degli inglesi che oltre ad offrirgli un sontuoso contratto (si parla di 22 milioni di sterline per 3 anni), gli hanno anche messo a disposizione un consistente budget per il calciomercato, e hanno già annunciato che il 30 maggio ufficializzeranno il nome del prossimo allenatore.

Per la panchina del Milan i nomi dei papabili sembrano restringersi a due. Uno lo avevamo anticipato ieri, ed è quello di Van Basten. L’altro sarebbe una novità assoluta, e cioè Mauro Tassotti. Finora è stato il vice di Ancelotti, ma proprio come lui, dopo una buona esperienza accumulata come secondo, potrebbe diventare allenatore a tutti gli effetti, anche perché come vice al Chelsea Ancelotti avrà Ray Wilkins.

Per la Juventus invece c’è il rischio che Ranieri salti già da oggi. I vertici bianconeri si sono riuniti e potrebbero decidere un cambio di panchina sin dalla prossima gara, con Ferrara che traghetterà i bianconeri fino alla fine del campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>