Ufficiale: via Ranieri, Juve affidata a Ciro Ferrara

di Gioia Bò 5

La notizia era nell’aria già da stamattina, ma si è dovuto attendere fino alle 17 di questo pomeriggio per avere il comunicato ufficiale della Juventus:

La Juventus comunica di aver esonerato dall’incarico l’allenatore Claudio Ranieri. Da oggi la guida tecncica della prima squadra è affidata a Ciro Ferrara. La Juventus ringrazia Claudio Ranieri per il lavoro svolto in questi due anni d’allenatore. Al nuovo allenatore, Ciro Ferrara, va l’augurio di immediati successi.

E dire che fino a qualche giorno fa dalle parti di Corso Ferraris si ripeteva sempre la solita solfa, lasciando intendere che il tecnico romano restasse alla guida della Juve almeno fino alla conclusione del campionato in corso. Ma evidentemente la misura era colma dopo l’ennesima figuraccia della squadra nella gara contro l’Atalanta, che va ad aggiungersi ad una lunga serie di debacle inspiegabili. L’ultima vittoria dei bianconeri risale all’ormai lontano 21 marzo (4-1 alla Roma), dopodiché sono arrivati sei pareggi e due sconfitte (semifinale di Coppa Italia inclusa).

Troppo per una società che sta disperatamente tentando di tornare allo splendore di un tempo. E ora che il terzo posto in campionato non è più così sicuro (la Fiorentina è ad un solo punto), non c’è più tempo per le chiacchiere e per le dichiarazioni di stima. Via Ranieri, dunque, e squadra affidata a Ciro Ferrara, che cercherà nelle ultime due giornate di salvare il salvabile, prima di tornare al suo ruolo di Responsabile del Settore Giovanile della Juventus.

Una curiosità per concludere: la Juventus non esonerava un allenatore dal lontano 1969, quando l’argentino Luis Carniglia venne licenziato dopo sole sei gare (una vittoria, due pareggi e tre sconfitte).

Commenti (5)

  1. Se posso dare un mio giudizio da osservatore esterno la prima cosa che mi viene in mente da dire è che la dirigenza bianconera rasenta il ridicolo. Evidentemente ci deve essere qualcosa che va al di là dei risultati sportivi perchè, siamo sinceri, la rosa dei giocatori non è certo all’altezza dell’Inter e appurato ciò quali altri risultati sportivi poteva raggiungere Ranieri quando a disposizione non si hanno giocatori di qualità ?
    Adesso hanno preso Diego, ma per fare una squadra competitiva per scudetto e CL ci vorrebbero per lo meno altri 5 o 6 giocatori di prima fascia, il che significa spendere per lo meno 100 milioni … non credo che la proprietà abbia queste intenzioni, o per lo meno non sembra dalle esternazioni fino ad oggi fatte, poi magari cambia tutto … visto anche che la FIAT in questo periodo compra tutto …

    PS. Che vi dicevo la settimana scorsa sul “sognare” da parte di noi fiorentini ?!??!!

  2. Ciao Sanghino 🙂
    Non credo che l’esonero di Ranieri sia dovuto alla totalità dei risultati da inizio stagione, ma solo alle ultime 7/8 gare in cui la Juve ha dato proprio l’impressione di mollare. Per quanto riguarda l’inferiorità della rosa rispetto a quella dell’Inter, non posso che darti ragione, ma non dimentichiamo che la Juve ha giocato spesso con formazioni di emergenza e senza giocatori che ad inizio anno venivano dati per titolari. Merito quindi (anche) di Ranieri se la squadra è arrivata così in alto, anche se è chiaro che ultimamente qualcuno giocava “contro”, sperando nella presa di posizione della dirigenza che alla fine è arivata.

    PS. è giusto che i tifosi viola continuino a sperare, ma bisogna ammettere che, calendario alla mano, il cammino della Juve sembrava leggermente più semplice. Ma sappiamo entrambi che nel calcio non conta solo il pallone che rotola 🙂

  3. Secondo me Ranieri poteva anche rimanere fino alla fine, tanto, per quanto possa essere bravo, Ferrara non è che può fare miracoli!
    Speriamo che almeno riesca a rilanciare un po’ la squadra motivandola! Almeno contro il Siena! Io gli do fiducia e scommetto su lottomatica per ciro e i suoi…staremo a vedere!

  4. CANNAVARO DIEGO ARRIVA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>