Hattrick, il videogioco più famoso della rete

di Marco Mancini 6

Per gli appassionati di videogiochi, oggi ne segnaliamo uno particolare. Finora abbiamo sempre parlato di giochi da console o da pc, ma tra i tanti modi di videogiocare esiste anche quello on-line.

Il gioco di cui andiamo ora a parlare si chiama Hattrick, ed è un on-line game che non ha bisogno di download, nè di andare in un negozio per acquistarlo: basterà avere un browser normalissimo come quelli per navigare in internet, e collegarsi al sito.


Il fenomeno Hattrick nasce in Inghilterra una decina di anni fa ed ha subito un successo planetario. Ad oggi sono circa un milione gli iscritti a questo gioco, che vi posso assicurare, potrebbe essere paragonato a una droga. Ce ne sono tanti di videogiochi gratis nel web, ma questo, sarà che va a toccare le già sensibili corde dello spirito calcistico che c’è in tutti noi, ma diventa indispensabile per ogni iscritto, e molto spesso lo farà andare a dormire con il pensiero di quando dovrà rigiocare.

La caratteristica principale è che ogni iscritto ha a disposizione una sua squadra personale (e solo una), da gestire come se fosse vera. Infatti ci sarà da gestire tutto, dalla campagna acquisti allo stadio, dall’economia fino alle squadre giovanili. E tutto questo in competizione con squadre di tutto il mondo.
I dettagli sono molto curati. Infatti potrete gestire gli allenamenti giorno per giorno e decidere di far scendere in campo i calciatori più in forma, magari lasciando i più forti, ma anche più stanchi, in panchina per il turn over.

Le gare si svolgono ogni 3 giorni, e si potranno seguire, oltre alle proprie, anche quelle degli avversari diretti concorrenti, leggendo le cronache delle loro partite.
Il sito è una piccola comunità, in cui ogni utente può comunicare con gli altri. E’ come un meeting continuo tra i direttori sportivi dei vari club durante la campagna acquisti, solo che dura tutto l’anno.
Le partite si svologono senza la partecipazione diretta degli allenatori, ma attraverso una specie di telecronaca, in cui si leggeranno i movimenti dei propri calciatori, le condizioni del campo e le azioni di gioco. Per valutare appieno il modo in cui un proprio calciatore ha giocato c’è una specie di pagella a fine partita, dato che non c’è l’opportunità di vedere i giocatori in campo.

Le modalità di gioco sono le classiche, solo un pò troppo “allargate”. Infatti si avranno le leghe minori in cui ci sono le squadre neo-arrivate, che disputano il campionato regionale; man mano che si sale di categoria si allarga sempre di più il panorama calcistico con cui si ha a che fare, fino ad arrivare alle coppe internazionali.
Troveremo anche la possibilità di vedere i nostri calciatori convocati in nazionale, sia in quella Under-21 che nella maggiore.
Ad aumentare la profondità del gioco ci sono numerosi dettagli che ci faranno perdere la testa come i cosiddetti “specialisti“, che vanno dall’allenatore dei portieri fino allo psicologo, che ci potranno aiutare nella gestione della squadra; i rapporti con il pubblico, il cui morale può incidere sulle prestazioni della squadra e soprattutto l’economia societaria; gli sponsor, ecc.

Unica pecca la mancanza di grafica. Essendo un videogioco on-line, ci saremmo potuti accontentare anche di un’animazione flash, magari solo per i gol, oppure per le vittorie nelle coppe. Inoltre lo schema di gioco è piuttosto rigido, ci sono solo 10 azioni a testa e il centrocampo è il ruolo fondamentale, senza il quale anche con una difesa fortissima e dei grandi goleador non è detto che si riesca a vincere.

Probabilmente questo gioco è stato progettato per creare una comunità on-line, e questo obiettivo è stato pienamente raggiunto. Magari l’aspetto grafico poteva essere tralasciato in vece di una completezza delle informazioni, ma sarebbe anche stato ben accetto per spezzare la monotonia.
Per concludere potrei dire che nel complesso è molto buono, anche perchè è gratis, l’unica cosa è che bisogna mettere in guardia i futuri giocatori, perchè è veramente uno di quei giochi da cui è difficile allontanarsi, e avendo delle scadenze, c’è il rischio di arrivare a tralasciare cose reali e ben più importanti per farsi trovar pronti all’appuntamento virtuale.

Commenti (6)

  1. Hattick l’ho abbandonato,devi stare troppo sul mercato,grande divario tra ricchi e poveri,molto meglio powerplay manager,più facile e basato sullo sviluppo delle strutture,si può vincere senza andare troppo sul mercato e poi è l’unico che un solo account poi giocare a più manageriali(calcio e hockey),per me è veramente grande.

  2. Anche io gioco a powerplay manager,lo trovo molto meglio di Hattrick,che in questi anni ha perso molto.
    http://www.powerplaymanager.com/r369964

  3. Sono un utente Hattrick deluso, l’ho mollato, grazie ad un amico ho conosciuto diversi manageriali, non solo di calcio, da f1 project, a powerplay manager e a setup, gioco di pallavolo. Sicuramente mi diverto di più!!

  4. anch’io l’ho mollato dopo un po’, non si può continuare a giocare per tutta la vita 😉

  5. Hattrick?????????
    Mi ha nauseato, vincono sempre i più forti e i poveri si attaccano, così ho detto basta!!
    Gioco ad altro…

  6. @ Paolo:

    Concordo pienamente, con quanto scritto da te, powerplay è sicuramente più facile da giocare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>