Roma – Torino 2-0: cronaca, video e interviste

di Gioia Bò Commenta

Posticipo 13a giornata Serie A

Stadio Olimpico di Roma

Roma – Torino 2-0

Reti: 26′ st rig Osvaldo (R), 41′ st Pjanic (R)

LE PAGELLE DI ROMA – TORINO

Roma all’attacco, in cerca di un pronto riscatto dopo la sconfitta nel derby. Torino chiuso in difesa nella speranza di portare a casa il quarto risultato utile consecutivo. Questo il tema dominante del posticipo della 13esima giornata di campionato in un Olimpico eccezionalmente illuminato di lunedì. Gli uomini di Zeman hanno cercato il vantaggio per tutta la prima frazione di gioco, presentandosi spesso al tiro con i vari Totti, Lamela ed Osvaldo. Ma all’intervallo il tabellino recitava ancora 0-0, sebbene la porta di Gillet sia stata letteralmente bersagliata.

Nella ripresa i ritmi scendevano, ma era sempre la Roma a condurre il gioco, fino al rigore calciato e trasformato da Osvaldo al minuto numero 26. Il Torino tentava una timida reazione con le conclusioni di Santana e Bianchi, ma era ancora la Roma a trovare la rete con Pjanic al minuto numero 86. Alla fine il risultato sarà di 2-0 per i padroni ci casa, che ora si portano a quota 20, mentre il Toro resta fermo a 14. Zeman analizza la gara:

Per me la squadra ha giocato bene, ha avuto ritmo ed aggressività. Abbiamo evitato gli errori che in altre partite ci sono costati cari. Sono soddisfatto per non aver subito goal. Pjanic? Ha sbagliato a togliersi la maglia, le polemiche però gli hanno fatto bene. In settimana è venuto da me a chiedere scusa, anche se non gli ho chiesto per quale motivo. Rigore fasullo? Non ho visto, c’era il giudice di porta che era a due passi. Bradley? Ha svolto una grande partita, riuscendo a far ripartire la squadra

Soddisfatto anche Florenzi:

Il Torino è venuto per giocarsela, è ripartita molte volte e ha giocato un buon calcio. Noi abbiamo impostato bene la partita, siamo andati in vantaggio e poi con una giocata di Pjanic abbiamo raddoppiato. Loro sono 8 quando rientrano gli esterni, poi a a volte anche in 10 dietro la linea della palla, ma siamo riusciti a trovare gli spazi per ripartire.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>