Top 11 Uefa: due interisti e cinque elementi del Barcellona

di Roberto Bosio Commenta

Foto: AP/LaPresse

I visitatori del sito della Uefa hanno deciso. Cinque milioni di voti hanno stabilito la “Squadra dell’Anno 2010”. Una formazione un po’ sbilanciata – pure il Barcellona è più coperto – con Iker Casillas in porta, una difesa composta da Maicon, Gerard Piquè, Carles Puyol e Ashley Cole.

Un centrocampo che schiera Cristiano Ronaldo, Xavi Hernandez, Wesley Sneijder e Andres Iniesta, mentre gli attaccanti sono Lionel Messi e David Villa. In panchina Josè Mourinho.

La scelta dei visitatori è avvenuta partendo da una lista di 60 candidati che comprendeva solo due giocatori italiani – Leonardo Bonucci e Antonio Cassano.

Evidente il dominio del Barcellona che schiera ben sei elementi – tra cui il capitano della top 11 Puyol. Se ci aggiungiamo Casillas e togliamo Messi, c’è anche buona parte della nazionale spagnola campione del mondo in Sudafrica.

Il triplete ha portato nella top 11 due interisti – tanti giocatori quanti ne schiera il Real Madrid – più lo Special One come allenatore. Probabilmente è stata sottorappresentata – come del resto è avvenuto in tutti i premi della stagione. Avrei visto ad esempio un Milito al posto di Villa – che del resto ha fatto poco in nazionale -, e Samuel al posto di Piqué.

L’aspetto curioso è che nella Squadra dell’Anno gioca solo un calciatore che milita nella Premier League, il terzino sinistro del Chelsea Ashley Cole, mentre nella Liga giocano ben otto elementi su undici – più l’allenatore.

Più o meno gli stessi giocatori erano stati scelti dalla FIFPro, la Federazione internazionale dei calciatori professionisti. Gli undici calciatori cui è stato consegnato il FIFPro World XI – la premiazione è avvenuta durante la serata in cui è stato consegnato il Pallone d’Oro 2010 a Lionel Messi – erano: Casillas; Puyol, Piqué, Lucio, Maicon; Iniesta, Xavi, Sneijder; Cristiano Ronaldo, Villa, Messi.

L’unica differenza – come potete vedere – è rappresentata dalla presenza dell’interista Lucio al posto di Ashley Cole. Una scelta che prevedeva l’utilizzo fuori posizione di Puyol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>