Serie B 23^ giornata: nel segno del 3, come le squadre in vetta (Cesena, Sassuolo e Lecce) e le reti di Caracciolo

di Moreno Commenta

Empoli-Torino (venerdì 22 gennaio ore 20.45) 0-0
Albinoleffe-Cittadella 2-0
Ascoli-Modena 2-0
Brescia-Crotone 3-0
Cesena-Gallipoli 0-0
Grosseto-Triestina 3-1
Mantova-Frosinone 3-1
Padova-Reggina 0-1
Salernitana-Ancona 3-0
Sassuolo-Vicenza 2-1
Lecce-Piacenza lunedì 25 gennaio ore 20.45

Empoli-Torino: un punto per uno con i granata che possono rientrare a Torino a testa alta. Bravi gli uomini del rientrante Colantuono a resistere in inferiorità numerica (doppio giallo a Gorobsov) e sfruttare anche parecchia fortuna, coincisa nello specifico con i grossolani errori di Coralli e con un mancato rigore ai toscani (a cui è stato annullato un gol).

Albinoleffe-Cittadella: work in progress terminati, l’AlbinoLeffe sembra sempre più solido e determinato. Buone le trame della squadra di Mondonico, che trova il gol al 46′ della prima frazione di gioco con Cellini, abile a trafiggere l’estremo avversario dagli undici metri. Il raddoppio è di Cissè allo scadere.

Ascoli-Modena: non perdono più un colpo, i bianconeri marchigiani, e si vanno a prendere i tre punti anche contro il Modena. Risolutori, i gol di Antenucci e Bernacci allo scadere della partita.

Brescia-Crotone: Andrea Caracciolo si sveglia a 10′ dal termine e da solo fa fuori il Crotone. Tre reti tra il 33′ e il 44′ della ripresa che lanciano il Brescia (salito a 35 in classifica) verso i primi posti.

Cesena-Gallipoli: agli emiliani toccava vincere per il primato in solitaria ma hanno trovato di fronte un Gallipoli mai domo e bravo a chiudere gli spazi per 90′. Ora il primato è in condivisione con Sassuolo e Lecce.

Grosseto-Triestina: torna a vincere il Grosseto grazie a una prestazione corale impeccabile. A sbloccare il risultato ci pensa Freddi (31′), il raddoppio è del solito Pinilla (autentica rivelazione di cadetteria, 13 centri per lui che diventano 14 con la marcatura al 36′). Triestina incapace di concretizzare le azioni costruite se non al 47′ con Audel.

Mantova-Frosinone: pare che i ciociari si siano davvero smarriti e della bella squadra che fu sia rimasto solo un ricordo sbiadito. Anche il Mantova riesce ad avere la meglio sugli uomini di Francesco Moriero grazie alle reti, una per tempo, di Nassi (40′ p.t.) e Caridi (3′ s.t. su calcio di rigore). La rete di Santoruvo al 20′ riapre il match ma non è sufficiente per rinvigorire gli ospiti che subiscono il terzo gol da Nicco.

Padova-Reggina: per i calabresi, nessuna alternativa valida alla vittoria sul campo di un Padova che, a conti fatti, non può permettersi la sconfitta. A partire fortissimo sono proprio gli ospiti che riescono a portarsi in vantaggio con Pagano (28′).

Salernitana-Ancona: sarà pure minima rispetto a una classifica impietosa, ma la soddisfazione di fermare la capolista (che, di rimando, non lo è più) val pure un sorriso speranzoso. A portare in vantaggio i campani ci pensa Merino dagli undici metri (13′ del secondo tempo), marchigiani in giornata negativa. Doppietta per il nuovo acquisto Dionisi nel finale (39′ e 43′).

Sassuolo-Vicenza: lanciatissimi gli emiliani, mai così in alto in classifica, presi per mano ancora una volta da uno strepitoso Noselli (al 12esimo centro stagionale) che fredda l’estremo avversario al 9′ della ripresa. Vicenza coriaceo solo nella prima frazione, poi sono i padroni di casa a fare il match. Il raddoppio di Martinetti al 24′ chiude i giochi. Sgrigna accorcia al 42′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>