Serie B 17a giornata: Modena – Cittadella 1-1 / FOTO

di Moreno Commenta

Foto: AP/LaPresse

Posticipo della diciassettesima giornata di serie B.
Stadio Alberto Braglia, Modena:
Modena-Cittadella 1-1
Reti:
16′ st Gabbiadini (C), 18′ st Cani (M)

Modena e Cittadella
, dice la graduatoria, sono squadre da metà calassifica che ambiscono, quale obiettivo minimo, a un campionato tranquillo che sia sinonimo di permanenza in cadetteria. Raggiungere al più presto la soglia dei 40, 45 punti e – laddove il finale dovesse regalare un epilogo più entusiasmante – provare semmai a puntare più in alto. I moduli ai quali si affidano i due allenatori sono differenti: più spregiudicati i canarini, che Bergodi schiera con il tridente composto da Pasquato, Cani e Bellucci; maggiore copertura nelle file ospiti, con i veneti disposti nel 4-4-2 classico che propone quale terminale offensivo la coppia composta da Nassi e Piovaccari.

I primi minuti di gioco mostrano una maggiore incisività da parte dei padroni di casa, capaci di interpretare al meglio la gara fin dalle prime battute e di rendersi pericolosi dopo 10′: l’iniziativa è di Cani che, dopo aver seguito la trama corale impostata dalla retroguardia, si presenta al tiro da buona posizione e costringe Villanova a rifugiarsi in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, grande incornata di Bellucci, l’estremo ospite è nuovamente determinante. Sventato il pericolo, il Cittadella sveste la timidezza e si affaccia dalle parti di Alfonso: doppia conclusione al 14′. Sulla prima, il portiere locale è provvidenziale nella respinta su conclusione di Bellazzini, sulla seconda Musso conclude dal limite ma il pallone si spegne a lato. E’ il preludio per l’occasionissima che capita agli uomini di Foscarini: al 24′ Bellazzini si libera della marcatura e conclude di potenza. La palla lambisce il montante.

Tegola per gli ospiti al 27′, nel miglior momento dei veneti: Foscarini è costretto a rinunciare a Nassi per infortunio, al suo posto c’è Gabbiadini. I minuti finali della prima frazione non offrono altri spunti di riflessione. Nella ripresa è subito Modena: al 2′ Pasquato ci prova da fuori, il pallone viene deviato ma Villanova mostra riflessi felini. Crescono i locali, colpiscono gli avversari: è il 16′ quando Gabbiadini si prodiga in una iniziativa personale, salta il diretto marcatore e conclude di sinistro.

Alfonso non riesce a far nulla ma non ha alcuna responsabilità. Neppure il tempo di abituarsi al silenzio tombale del Braglia che il Modena trova il pari immediato: Cani raccoglie l’assist della mediana e, dai 25 metri, lascia partire una conclusione imparabile. Più Modena nelle fasi conclusive, quando il Cittadella – ottimo a chiudere ogni varco – difende con successo il pareggio. Canarini a 20 punti in classifica, uno in più dei veneti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>