Zeman rischia l’esonero ma Totti lo difende

di Marco Mancini 4

Va bene lo spettacolo, ma ogni tanto bisognerebbe pur vincere. La Roma si conferma la fotografia della filosofia calcistica del suo allenatore, tutta attacco e niente difesa come dimostra la statistica che vede i giallorossi come quelli che hanno subito più gol di tutto il campionato. Nonostante ciò però la società continua a stare vicino all’allenatore. Sì ma per quanto?

Secondo la Gazzetta dello Sport la fiducia in Zeman non è infinita. La sconfitta di ieri sera, con tutte le scusanti del caso dovute ad un terreno pessimo, ha fatto riflettere i dirigenti che aspettano la partita contro il Palermo come la prova del nove. In caso di sconfitta potrebbero cominciare a guardarsi intorno, e magari pensare ad un cambio in corsa prima del mercato di gennaio.

 LA DIFESA – I tifosi ormai sono sempre più spaccati tra chi afferma di dover dare fiducia al tecnico boemo e chi invece sostiene che il progetto sia fallito. Nel primo gruppo si è posizionato Francesco Totti che ha affermato che per uscire da questa situazione bisogna soltanto seguire l’allenatore. Sulla stessa lunghezza d’onda c’è anche Baldini che ha affermato che si continua con Zeman, ma intanto i mugugni crescono. La partita contro il Parma non andava persa, e se contro il pericolante Palermo dovesse arrivare un’altra sconfitta gli alibi per il tecnico potrebbero finire.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (4)

  1. io sto con l’allenatore,, il campo ieri era impraticabile

  2. La partita di ieri è stata falsata da un campo ignobile. Ma non basta come scusante, la Roma semplicemente non c’è, e sta seguendo la stessa strada della scorsa stagione. Noi tifosi siamo stanchi, vogliamo i risultati!

    1. perfavore cacciatelo non valgono le sue idee a gennaio se ne vanno tutti avevamo un centrocampo invidiabile e adesso e fallito
      @:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>