Allenatore Roma, si pensa a Villas Boas

di Marco Mancini 1

La Roma finirà il campionato con Luis Enrique al comando, ma poi non si sa cosa accadrà. Molto dipenderà dalla posizione di classifica che la squadra avrà guadagnato perché, in caso di qualificazione europea, il tecnico spagnolo verrà confermato. DiBenedetto vorrebbe confermarlo anche in caso di totale fallimento, ma non è detto che ciò avvenga. La spinta al cambiamento è forte, e potrebbero persino essere possibili le dimissioni del tecnico. Per questo si studia già un probabile successore.

VILLAS BOAS SU TUTTI – In cima alla lista dei “papabili” c’è Andre Villas Boas. Contattato già a gennaio quando non si pensava nemmeno che avrebbe lasciato il Chelsea, l’ex tecnico del Porto è sempre piaciuto allo staff giallorosso che lo voleva ingaggiare già la scorsa estate. All’epoca si aprì la corsa con l’Inter, ma poi arrivò Abramovich e a suon di milioni se lo portò a Londra. Ora è tutto diverso. Non c’è da pagare nessuna clausola rescissoria, e soprattutto dopo il fallimento con i Blues anche le richieste sull’ingaggio potrebbero essere riviste.

Villas Boas potrebbe corrispondere all’identikit che la dirigenza cerca per il suo allenatore, e cioè uno giovane che sa puntare sui giovani, con una discreta esperienza internazionale ed il gioco spettacolare. Insomma una sorta di Luis Enrique che però è in grado di vincere. I nomi per le alternative però non mancano. Guardiola è impossibile, su di lui ci sono Milan, Inter e Manchester City. Più probabili invece Capello e Prandelli, anche se a sentire Baldini Luis Enrique rimane al 90% e quel 10% che resta è per Villas Boas. Tra 3 settimane ne sapremo di più.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>