Serie A 22^ giornata: Inter e Roma, passi falsi. Il Genoa vola, Lecce corsaro a Siena. Rinviata Bologna-Fiorentina

di Moreno 1

Napoli-Udinese (giocata sabato 31/01 ore 18) 2-2

Juventus-Cagliari (giocata sabato 31/01 ore 20.30) 2-3

Atalanta-Catania 1-0

Bologna-Fiorentina rinviata per neve a lunedì 02/02

Chievo-Sampdoria 1-1

Genoa-Palermo 1-0

Inter-Torino 1-1

Reggina-Roma 2-2

Siena-Lecce 1-2

Lazio-Milan ore 20.45

Napoli-Udinese: doveva essere la gara del riscatto per entrambe, ma sono gli ospiti a mostrare qualche passo avanti. L’ormai proverbiale “gennaio nero” delle squadre di Reja si conferma anche quest’anno: partenopei in difficoltà nonostante il doppio vantaggio maturato grazie alle reti di Lavezzi (24′) e Hamsik (27′). Sono i friulani, dopo lo sbandamento iniziale, a fare la partita rimontando lo svantaggio con Di Natale (su rigore al 32′) e Quagliarella (45′) e sprecando la rete della vittoria allo scadere (clamoroso errore di Pasquale a tu per tu con Navarro).

Juventus-Cagliari: che i sardi siano ormai una bella realtà lo conferma il successo esterno sul campo di una Juventus irriconoscibile. Bainconeri ai soliti ritmi solo nel primo tempo, quando Sissoko prima (31′) e Nedved poi (38′) riescono a ribaltare lo svantaggio iniziale per la rete di Biondini (16′). seconda frazione con sorpresa: gli uomini di Allegri sembrano indiavolati e, presi per mano da Jeda, vanno a prendersi i tre punti. Dello stesso Jeda (9′) e del neoentrato Matri (33′) le marcature decisive.

Atalanta-Catania: finalmente spumeggianti gli uomini di Deneri dopo una serie di prestazioni opache. Il Catania non è certo avversario da poco ma già al 24′ i padroni di casa sbloccano il risultato grazie a Guarente che indovina una gran conclusione dopo la respinta di Bizzarri sul tiro di Manfredini. Gli etnei pressano fino all’ultimo ma devono arrendersi ad una dubbia decisione arbitrale che nei minuti di recupero annulla il gol di Mascara per un fuorigioco da rivedere.

Bologna-Fiorentina: è la neve a farla da protagonista, a tal punto da non consentire il regolare svolgimento dell’incontro. Partita rinviata a lunedì 02/02, tempo permettendo.

Chievo-Sampdoria: primo tempo poco entusiasmante con una sola occasione degna di nota, il palo colpito da Stankevicius al 33′. Cassano costante pericolo in area avversaria anche se le sue sfuriate mancano del guizzo finale. Nella ripresa il capolavoro di Pazzini (stop e tiro da fuori area) lascia di sasso Sorrentino e regala il vantaggio agli ospiti. Neppure il tempo di esultare che il Chievo pareggia: ottimo stacco di Rigoni su cui Castellazzi non può nulla.

Genoa-Palermo: i Grifoni hanno dovuto fare i conti con i legni (ben due solo nel primo tempo, colpiti da Criscito e Biava) e con gli interventi impeccabili di Amelia, sbravo a chiudere ogni spazio a Milito e compagni. Ospiti vivi in contropiede anche se a Cavani è mancata la lucidità dei tempi migliori. Nella ripresa è assedio: i locali insistono fino a trovare il gol-partita. Bravo Criscito all’88’ a deviare da sottomisura un cross basso dalla destra. Genoa quarto in classifica.

Inter-Torino: il risultato più eclatante arriva da San Siro dove il Torino riesce a pareggiare contro la capolista. La prova degli uomini di Novellino è tutto cuore e polmoni, i locali sprecano l’inverosimile nonostante la mole di occasioni da gol costruite. Nella ripresa le reti: vantaggio ospite con Bianchi che insacca di testa, pareggio di Burdisso sugli sviluppi di un corner. Nel finale Crespo e Ibra stampano il pallone sul legno.

Reggina-Roma: Spalletti paga oltremodo la decisione di mandare in campo Loria a tutela del momentaneo vantaggio esterno, maturato grazie alla doppietta di Pizarroche ribalta lo svantaggio per la rete di Corradi dagli undici metri. E’ lo stesso difensiore, infatti, a 1′ dall’ingresso in campo, a bucare l’intervento e consentire a Cozza di acciuffare il pari in extremis.

Siena-Lecce: salentini corsari nonostante abbiano giocato più di metà gara in dieci per il rosso a Giacomazzi (doppio giallo). Ospiti in vantaggio al 15′ grazie all’acuto di Tiribocchi che approfitta di una incertezza della retroguardia di casa. Nella ripresa è Castllo ad arrotondare il punteggio finalizzando una bella azione di ripartenza mentre il gol di Ghezzal consente ai locali di accorciare le distanze. E nulla più.

Lazio-Milan ore 20.45

Commenti (1)

  1. l’ inter fa schifo la juve nn ti dico la roma ai gabinetti il milan agli scudetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>