Calciomercato: da Datolo a Motta, le trattative andate in porto e quelle in via di definizione

di Marco Mancini Commenta

La finestra del mercato invernale sta per chiudersi, mancano ormai poche ore e le opportunità di puntellare la propria rosa stanno diventando sempre di meno. 9 colpi di mercato sono stati messi a segno negli ultimi 3 giorni, senza che se ne sappia qualcosa in giro.

Strano ma vero, uno lo ha portato a termine addirittura la Roma, ma sarà che il nome è semi-sconosciuto ai più, resta il fatto che non se ne è parlato per niente. Souleymane Diamoutene, difensore centrale del Lecce, ha firmato per i giallorossi per quel posto in panchina che nè Ferrari Loria volevano. Ma non è stato l’unico difensore a cambiar maglia. Un giramondo come Sardo, ex Catania, ha firmato proprio poche ore fa per il Chievo (in prestito), per sostituire l’ex capitano D’Anna, passato al Pisa, in serie B, ed arriverà insieme al compagno Giuseppe Colucci, sostituito precedentemente al Catania da Potenza.

Il colpaccio però pare averlo portato a termine il Napoli, con l’ingaggio di Jesus Datolo. Esterno sinistro che, con poca modestia, si definisce simile a Giggs, è stato presentato ieri al San Paolo, ed è arrivato giusto in tempo per sostituire Mannini, squalificato per la famosa vicenda doping. La squadra più scatenata, come sempre, è però il Palermo. In ottica futura sono stati due gli ingaggi, provenienti dal Treviso, e cioè Eros Pellegrini (19 anni) e Gianmarco Zigoni (17), più Michel Morganella (20) del Basilea. Ma non è finita qui, perché Zamparini sta trattando in queste ore con il Penarol per avere anche un altro diciannovenne, l’attaccante Hernandez, giovane di belle speranze.

Ma cosa ci aspetta nei prossimi giorni? Se effettivamente dovesse partire Iaquinta (anche se non sembra più così scontato), la Juve pare stia vagliando l’ipotesi Lucarelli, ormai in rottura con l’ambiente di Parma. La Lazio, sempre alla ricerca di un buon portiere, pare voglia cedere Carrizo in Spagna per arrivare a Kalac, mentre l’Atalanta, già pronta a dare l’addio a Floccari a fine stagione, si vuol cautelare sin da ora acquistando un calciatore a lui molto simile, Plasmati del Catania, per prepararlo a diventare titolare il prossimo anno. Niente prestito di Semioli al Torino (la Fiorentina però dovrà fare a meno anche di Ivanovic, blindato dal Chelsea), mentre è il Genoa al centro delle trattative di queste ore. Pare infatti che l’Inter non si sia arresa per Milito, e siccome le liste Champions scadono stasera a mezzanotte, la trattativa se ci sarà, dovrà essere conclusa per forza oggi.

Intanto i grifoni sembrano intenzionati a scambiare Mesto con l’Udinese per arrivare a Tissone, e se l’operazione non dovesse andare in porto, lo girerebbero alla Roma in cambio di Okaka. Dopo Diamoutene, il Lecce potrebbe cedere anche Stendardo, stanco di far panchina anche in Salento,  al Bologna; siamo molto vicini allo scambio Parravicini-D’Agostino tra Atalanta e Parma, mentre Dalla Bona, sotto contratto con il Napoli, potrebbe rescindere da un momento all’altro per passare a parametro zero alla Reggina. Ultimo capitolo per l’ex difensore dell’Under 21 Marco Motta, ora all’Udinese. E’ conteso da Juve e Roma. Pareva vicino ai giallorossi, ma all’ultimo momento si è inserita la Juventus che, per una questione economica, è avvantaggiata e sembra vicinissima all’ingaggio dell’ultimo minuto. Per questo la Roma ha spostato le sue attenzioni su Nicolas Frey, fratello di Sebastien, attualmente al Chievo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>