Premier League: Macheda tiene lo United in vetta, ma il Liverpool non molla

di Marco Mancini Commenta

Bellissima giornata di campionato quella pasquale in Premier League. Protagonista è ancora una volta il diciassettenne italiano Federico Macheda, che entra nel secondo tempo per Berbatov, e come 7 giorni prima segna al primo pallone che tocca. Nessuna emozione, nessuna pressione. Quando uno è un talento i gol li fa sempre, e pare proprio che è di questo che stiamo parlando.

Macheda salva i suoi ed il suo mentore, Sir Alex Ferguson, da un imprevisto sorpasso da parte del Liverpool, che ad un quarto d’ora dalla fine sembrava doversi avverare. Subito in vantaggio con Scholes, il piccolo Sunderland ha la forza di trovare il pareggio nella ripresa con Jones, e così Ferguson mette in campo il suo talismano ed il gol arriva puntuale, un po’ come accadeva lo scorso anno nell’Inter quando si inseriva Cruz.

Fatto sta che il dilagante Liverpool deve rimandare ancora di una settimana il momentaneo sorpasso, quando nella gara contro l’Arsenal potrà guadagnare la prima posizione, in attesa che lo United recuperi le due partite che gli mancano. Intanto però c’era da affrontare il Blackburn, ed anche se i biancazzurri non sono proprio questo squadrone, si tratta sempre di una partita di calcio. Ma quando hai in campo uno come Torres, tutto diventa più facile. 1-0 dopo appena 4 minuti. Raddoppio dopo mezz’ora sempre dello spagnolo, e i tre punti sono assicurati. La gara finisce 4-0 ed il sorpasso si realizza almeno per un paio d’ore.

Lo stesso risultato lo stava portando a casa il Chelsea quando, in casa contro il Bolton, dopo un’ora di gioco era avanti di 4 gol anche grazie a Drogba, autore di una doppietta. Poi i ragazzi di Hiddink si addormentano, sicuri di aver vinto, ed in 8 minuti il Bolton segna tre gol. Il finale è thrilling, ma la vittoria per il Blues, con qualche patema d’animo di troppo, arriva lo stesso.

Nella giornata dei 4, anche l’Arsenal fa poker contro il Wigan. Sotto di un gol i Gunners si scatenano, e nella ripresa segnando quattro reti in mezz’ora. Questa vittoria gli consente di mantenere inalterato il quarto posto e di allungare sull’Aston Villa, che ormai ha mollato definitivamente, il quale pareggia in una spettacolare partita contro l’Everton 3-3.

Il West Ham di Zola invece ferma la sua corsa verso la Uefa a causa del gol di Pavlyuchenko che regala la certezza quasi matematica al Tottenham della salvezza, e inguaia il West Ham che deve difendere il suo posto nell’Intertoto oltre che dagli speroni, anche dal Manchester City che vince 1-0 contro il Fulham.

Nuove speranze di salvezza per Newcastle e Middlsbrough che approfittano della sconfitta del Sunderland e del Blackburn per avvicinarsi. Il Boro vince contro l’Hull e il Newcastle pareggia in casa dello Stoke, riaccendendo una flebile speranza di salvezza. La quart’ultima infatti è a +2, ma le squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere sono davvero tante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>