Premier League: Macheda, esordio dal primo minuto, e lo United continua a volare

di Marco Mancini Commenta

Per la prima volta dall’inizio della stagione Sir Alex Ferguson dà fiducia al giovane italiano Federico Macheda, e lo fa esordire dal primo minuto. Certo, quando come balie hai Rooney e Berbatov, non è poi così difficile giocare. La gara era piuttosto semplice, contro il Middlesbrough con l’acqua alla gola, e così ci pensa Giggs, il veterano per eccellenza, a mettere la partita sul binario giusto. Finisce 2-0 per lo United, ma la gioia del distacco dura poco, visto che 24 ore dopo il Liverpool riporta le distanze a -3, vincendo agilmente sul Newcastle di Shearer per 3-0.

Buon per lui comunque che le dirette avversarie (Hull, Sunderland e Blackburn) continuino a perdere, e così, a 3 giornate dalla fine, le speranze di salvezza rimangono intatte. Così come rimangono anche quelle del Chelsea di vincere lo scudetto, il quale deve sperare nella vittoria del Wigan nel recupero contro lo United. Nell’attesa porta a termine il suo compito, strapazzando il Fulham. L’Arsenal intanto si gode il suo quarto posto matematico vincendo in casa del Portsmouth e guadagnando quei punti che lo mettono al sicuro da un possibile ritorno dell’Aston Villa.

I Villans comunque con questa vittoria contro l’Hull City si garantiscono un posto matematico in Uefa, e ci va molto vicino anche l’Everton, a cui manca un solo punto per essere sicuro. Nella lotta per l’ultimo posto disponibile, continua il buon momento del West Ham di Zola che resiste agli attacchi del Manchester City e del Tottenham.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>