Premier League: Chelsea, vittoria e primato, lo United spera nel ritorno di Rooney

di Marco Mancini Commenta

Con Rooney il Manchester United è una squadra fortissima, senza Rooney i Red Devils sono una squadra normale. Se ne accorge subito il Chelsea nel big match che ha aperto la 33a giornata di Premier League. La difesa dei Blues, nonostante si giocasse all’Old Trafford, non viene impensierita più di tanto dai tanti giocatori bravi solo sulla carta del Manchester United (primo fra tutti Berbatov). Il Chelsea invece appare più pimpante e mette alle corde più volte i Red Devils.

La fotografia della partita sta tutta nei tre gol: i due del Chelsea arrivano su azioni manovrate in velocità da veri maestri, in cui i difensori dello United non ci capiscono davvero nulla, mentre la rete di Macheda che rende meno terribile il passivo, arriva per puro caso, su un rimpallo che gli finisce sul petto e termina in rete.

Ma chi trema davvero è il Liverpool. Mancano solo 5 partite, e con il pareggio in casa del Birmingham la squadra di Benitez si trova a ben 4 punti ed una partita in più dal Manchester City quarto. La squadra di Mancini trasforma le polemiche in aggressività e distrugge il povero Burnley 1-6, chiudendo la partita già nei primi 7 minuti, in cui i Citizens vanno in rete 3 volte. Da registrare il gol di Patrick Vieira, che finalmente ripaga la fiducia del Mancio.

E’ ormai sicuro l’Arsenal del suo terzo posto, con l’1-0 sul Wolverhampton, che gli permette di andare a +12 dal quarto posto. Segni di vita per il West Ham di Zola che sul difficilissimo campo dell’Everton strappa almeno un punto che lo fa uscire dalla zona retrocessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>