Palermo, via Guidolin, torna Colantuono

di Marco Mancini Commenta

Secondo dietrofront di Zamparini nell’arco di un anno. Dopo che 4 mesi fa aveva licenziato Colantuono reo, a suo dire, di non mostrare il bel gioco che il Palermo meritava, ecco un nuovo pentimento.

Esonerato l’ex allenatore di Perugia e Atalanta, Zamparini aveva dichiarato “Ho sbagliato a mandare via Guidolin l’estate scorsa e ho sbagliato a prendere Colantuono, ancora inesperto”. E infatti il bel gioco era tornato. Peccato però che nel calcio moderno contino i risultati, e dopo 13 partite in cui sono arrivate ben 8 sconfitte, il sesto posto (ma brutto) di Colantuono sembra oro rispetto al tredicesimo (ma bello) di Guidolin. Un allenatore che però a Zamparini piaceva, visto che dopo l’ennesima sconfitta aveva dichiarato di volerlo tenere per permettergli di tirare fuori la squadra da una situazione a cui proprio lui l’aveva portata.

Ma il comunicato stampa inviato dalla società che recita “La U.S. Città di Palermo, esaminata la situazione attraverso il proprio Consiglio d’Amministrazione, ha ritenuto che, alla luce dei fatti avvenuti negli ultimi giorni, non sussistano i presupposti per confermare la fiducia al Sig. Francesco Guidolin, che pertanto, a far data da oggi, è sollevato dall’incarico di allenatore responsabile della Prima Squadra. L’incarico viene affidato al Sig. Stefano Colantuono” fa chiaro riferimento all’uscita infelice del tecnico veneto sull’ambiente palermitano, e perciò lo liquida senza neanche un ringraziamento per il lavoro svolto.
A questo punto le perplessità sorgono sulla minestra riscaldata dell’allenatore. Una volta ci sta sbagliare, ma perseverare è diabolico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>