Fantacalcio: grandi prestazioni di Storari e Parola, il Cagliari convince ancora

di Marco Mancini Commenta

Se si potesse fare la formazione dell’Anti-Fantacalcio, il Matteo Ferrari dell’anticipo di ieri rientrerebbe senz’altro in questa rosa. Un autogol dopo 3 minuti, un paio di svarioni difensivi che hanno messo gli attaccanti del Cagliari a tu per tu con Doni, e un tap-in sbagliato praticamente a porta vuota sono stati lo score della partita del difensore della Roma. Il voto previsto per lui potrebbe aggirarsi intorno al 2, e adesso Spalletti prega che Juan ritorni in forma, altrimenti sarà veramente dura in difesa.

A parte gli scherzi, i due anticipi della 31esima giornata ci hanno regalato numerosi spunti sui quali discutere. Uno di questi potrebbe riguardare il portiere. A scanso di partitoni di qualche portiere di serie A, o di rigori parati, per la seconda settimana consecutiva potrebbe essere eletto come miglior portiere Storari del Cagliari. Il portiere proveniente dal Levante risulterà a fine gara il migliore in campo. Compie parate strepitose, chiude la porta in faccia a Totti e compagni almeno 3-4 volte, ed è solo grazie a lui se il Cagliari può ancora sperare di salvarsi.


Tra i difensori, ancora una gran partita di Maicon, che offre l’assist per il gol di Crespo, giganteggia in difesa ed è l’unico di tutta l’Inter a tentare qualche sortita offensiva, vista la scarsa vena di Ibrahimovic, e la poca lucidità del centrocampo che pensa solo a difendere.
Se non ci dovessero essere bonus a favore di qualche difensore, potrebbe rientrare in graduatoria anche Canini del Cagliari. Si rende pericoloso in un paio di circostanze, ed è insuperabile in difesa. Si apposta su Mancini e praticamente non gli fa toccar palla. Finalmente conferma di valere tutte le belle parole che sono state spese su di lui l’estate scorsa.

Tra i centrocampisti, non essendoci stati gol finora, possiamo valutare le prestazioni in campo. Il migliore di giornata è senza dubbio Parola. Il centrocampista cagliaritano recupera un numero impressionante di palloni ed è l’uomo ovunque dei sardi. Se Gattuso dovesse farsi male, per l’Europeo abbiamo trovato un degno sostituto.
Ottima anche la prova di Foggia, autentica spina nel fianco nella difesa giallorossa, ma ha fatto vedere buone cose anche Aquilani, che ha avuto poco spazio durante la gara, ma quando è entrato la Roma si è resa molto più pericolosa.
Nel posticipo, assente ingiustificata l’Inter, mentre nella Lazio ottima la partita di Behrami e Ledesma, che però poteva evitare di tirare da 50 metri ogni volta che vedeva la porta.

In attacco abbiamo già 3 marcatori: Crespo, Totti e Rocchi. L’interista non crediamo che rientrerà a fine giornata nella top 11, visto che ha segnato e poi è scomparso, merito anche della Lazio che ha schiacciato per 80 minuti l’Inter nella sua metà campo. Totti si è visto in un paio di lampi e nella sua solita punizione velenosa, e forse i giornalisti della Gazzetta lo premieranno per aver giocato in condizioni non perfette, ma ha toccato palla si e no una decina di volte in tutta la gara, e quindi non me la sentirei di farlo entrare tra i migliori.
Rocchi invece se lo merita tutto. Nel tridente laziale è quello più mobile, l’unico a rendersi pericoloso, e si merita il gol. Prevedo almeno un 7 per lui, che con il gol lo farà andare in doppia cifra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>