Prandelli chiama Abate e lascia fuori Di Natale

di Gioia Bò Commenta

E’ tempo di esperimenti per Cesare Prandelli, che di colpo si è ritrovato a dover fare a meno di due pezzi da novanta, Giuseppe Rossi ed Antonio Cassano, i quali nelle ultime uscite della nazionale italiana avevano rappresentato l’attacco titolare. Entrambi i calciatori sono fuori dai giochi almeno per 4-6 mesi ed al momento è difficile ipotizzare il loro pieno recupero in vista degli Europei del prossimo anno.

Il ct azzurro tenta allora di correre ai ripari, nella speranza di trovare delle valide alternative all’attacco titolare, nel caso in cui la coppia di “bassotti” non riesca a rientrare in tempo per la kermesse continentale del 2012. In questo senso Prandelli benedice la doppia amichevole della prossima settimana, quando l’Italia si troverà ad affrontare la Polonia e l’Uruguay. Per l’occasione, il ct rispolvera volti noti, come Matri e Pepe, e regala la gioia della prima convocazione in azzurro ad Abate. Nessuna speranza invece per Totò Di Natale, che continua a restare al di fuori del giro azzurro, nonostante la mole di reti siglate con la maglia dell’Udinese.

Questa la lista dei convocati per il doppio impegno dell’Italia:

 

  • Portieri: Buffon (Juventus), De Sanctis (Napoli), Sirigu (Paris Saint Germain);

 

  • difensori: Abate (Milan), Balzaretti (Palermo), Barzagli (Juve), Chiellini (Juve), Criscito (Zenit), Maggio (Napoli), Ogbonna (Torino), Ranocchia (Inter);

 

  • centrocampisti: Aquilani (Milan), Nocerino (Milan), De Rossi (Roma), Marchisio (Juve), Pirlo (Juventus), Montolivo (Fiorentina), Thiago Motta (Inter);
  • attaccanti: Balotelli (Manchester City), Giovinco (Parma), Matri (Juve), Pepe (Juventus), Osvaldo (Roma), Pazzini (Inter).

Oltre al capocannoniere della Serie A, i grandi esclusi rispondono ai nomi di Bonucci, difensore della Juventus, che si vede scavalcato da Ogbonna, e Alberto Gilardino, forse tenuto fuori perché reduce da un infortunio. L’Italia rattoppata di Prandelli riuscirà ugualmente a convincere, nonostante le assenze pesanti? Lo scopriremo venerdì 11 a Wroclaw contro la Polonia e martedì 15 a Roma contro l’Uruguay.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>