Italia-Spagna: il fotoracconto della delusione

di Gioia Bò 3

Ci sono emozioni che non si possono raccontare con le parole. Così avevamo esordito all’indomani della vittoria sulla Francia, che ci aveva permesso di superare il girone e di continuare a cullare il nostro sogno europeo. Parole che alla luce del risultato di ieri sera restano valide, sebbene cambi lo stato d’animo di chi le scrive.

Ma il nostro mestiere ci impone di raccontare anche le emozioni legate alla sconfitta ed è un bene che ci siano immagini ad aiutarci in questo triste compito. Ed allora andiamo a rivivere la serata di ieri, con l’anima ferita e la consapevolezza che si poteva fare di più.

Donadoni è in emergenza: troppo importanti le defezioni per squalifica di Gattuso e Pirlo per contrastare una Spagna schiacciasassi.


Le Furie Rosse sono invece nella formazione-tipo e sicure di battere finalmente la bestia nera Italia.

Anche Re Juan Carlos e signora vogliono essere presenti alla serata che si preannuncia storica: sono 88 anni che la Spagna non riesce a battere gli azzurri.

Battaglia in campo sin dall’inizio ed in più di un’occasione la difesa italiana rischia di combinare guai, con interventi al limite del consentito.

La Spagna è messa meglio in campo: Buffon è chiamato agli straordinari per contrastare la foga dell’attacco spagnolo.

Una delle poche azioni pericolose arriva dai piedi di Toni, ma Casillas ci mette una mano ed una pezza.

Ancora Buffon protagonista a pochi minuti dalla fine, con un intervento che poteva costarci caro. Stavolta la fortuna ci assiste ed il palo evita la beffa.

120 minuti non bastano per decidere chi incontrerà la Russia in semifinale. Si va ai calci di rigore e gli occhi saranno puntati sui due portieri.

Villa e Grosso fanno centro e così pure Cazorla. Tocca a De Rossi, già autore della punizione vincente nella gara contro la Francia. Rincorsa, tiro e parata di Casillas.

Buffon riuscirà a mettere i guantoni sul penalty di Guiza, ma il tiro sbagliato da Di Natale sarà determinante.

Alla fine è Fabregas a regalare alla Spagna la qualificazione.

E’ finita ragazzi, si torna a casa.

Commenti (3)

  1. Belle immagini. Complimenti a gazzetta.it

  2. Se di mestiere facessi la fotoreporter, potrei proporre immagini scattate personalmente… Purtroppo per me (e per te), sono un’umile articolista e devo accontentarmi di quello che trovo in giro. E non ci vedo niente di male. Comunque la metà delle foto non proviene dalla gazzetta 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>