Domenech ne spara un’altra: “L’eliminazione? Colpa del brutto tempo”

di Marco Mancini Commenta

Ci risiamo, Domenech non ci dorme la notte dopo la brutta figura all’Europeo, e torna a discolparsi in pubblico. Dopo aver tirato in ballo gli astri, lo spogliatoio spaccato, misteriosi franchi tiratori e il gap generazionale, adesso se la prende anche con la meteorologia.

Se una volta si diceva che se pioveva era colpa del Governo, adesso secondo il ct transalpino se piove è inevitabile che la Francia giochi male. Il brutto tempo nel ritiro di Tignes non ha permesso una preparazione completa, mentre il terreno pesante che ha accompagnato quasi tutto l’Europeo limitava la rapidità e l’agilità dei suoi fuoriclasse.


Ma non si ferma qui Domenech. Dopo averne dette di tutti colori su tutto e su tutti, se la prende anche con i club, e inevitabilmente anche con l’Italia. Secondo lui la finale di coppa di Francia e quella contemporanea di Coppa Italia, avvenute poche settimane prima dell’esordio nazionale, hanno appesantito ulteriormente le gambe dei suoi ragazzi, e contribuito, nel caso di Viera, anche agli infortuni.

Ma non finisce così. Infatti il cattivo gusto dell’allenatore più antipatico del mondo termina con lo scagliarsi anche sul povero Thuram, accusato di aver giocato una partita disastrosa contro l’Olanda a causa dei suoi guai fisici. Col senno di poi tutto è più facile, e ammette anche di essersi sbagliato a non convocare Mexes al suo posto, ma ora il posto in nazionale è del romanista e non ci sono più scuse.

Di cambiar testa proprio non se ne parla, ma forse la Federcalcio francese non si fida più di lui, perchè ha intenzione adesso di affiancargli uno staff che controlli il suo operato. Ma forse è un errore dei dirigenti francesi, perchè al prossimo fallimento la colpa sarà tutta dei suoi controllori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>