Qualificazioni Mondiali: Italia ed Eire in vetta al girone, a valanga la Germania, stecca la Francia

di Marco Mancini Commenta

Chiudiamo al primo posto (immeritatamente) nel girone dopo la prima gara di qualificazione ai mondiali del 2010. Stesso risultato per noi e l’Eire che non chiude in vetta in solitaria per la differenza reti a causa del gol di Kenia al novantesimo dopo una gara in cui il Trap ha messo in campo tutta la sua esperienza.

L’altra partita del girone 8 è terminata sul 2-2 in una combattutissima gara tra la matricola Montenegro, che per la prima volta affronta autonomamente una qualificazione ai mondiali, e la più esperta Bulgaria. In rete Vucinic e Jovetic per il Montenegro, le due stelle di una squadra molto promettente per il futuro.


La vera sorpresa di giornata è stato il tracollo della Francia. Non che i transalpini stessero andando benissimo ultimamente, ma la svolta che Domenech voleva imprimere alla sua squadra contro l’Austria proprio non si è vista. Mexes ha finalmente esordito, ma forse era meglio che restasse a Roma, vista la suo autorete. Alla fine le volte che Frey ha dovuto raccogliere la palla in rete sono state tre, e per il ct bleus c’è davanti una dura settimana. La notizia positiva è che la favorita, dopo la Francia, Romania ha fatto una figura anche peggiore, perdendo 3-0 in casa contro la Lituania, mentre la Serbia fa il suo dovere vincendo 2-0 contro le Far Oer.

Inghilterra e Croazia si ritrovano dopo il girone che ha eliminato proprio gli inglesi dall’Europeo, e ricominciano da dove avevano lasciato, e cioè dal testa a testa che probabilmente si risolverà all’ultima giornata. La vetta per ora è tutta croata, che con il 3-0 sul Kazakistan supera di poco l’Inghilterra che ha vinto “solo” 0-2 in Andorra, grazie al solito salvatore di Capello, Joe Cole, che nuovamente lo salva dalle polemiche. A tre punti anche l’Ucraina di Shevchenko, in cui proprio l’attaccante del Milan ha regalato la vittoria alla sua squadra con una rete al novantesimo contro la Bielorussia.

Comincia alla grande anche la qualificazione per il Portogallo che senza Cristiano Ronaldo stravince 0-4 a Malta e parte subito per la fuga in solitaria, dato che nè la Svezia di Ibrahimovic e nè la Danimarca riescono a vincere contro Ungheria e Albania, diventando anche l’unica squadra del girone ad aver segnato. Sorprendentemente in testa al proprio girone, il secondo, anche la Lettonia, che raggiunge la Grecia dopo la vittoria in Moldova. I greci invece si erano imposti 0-3 in Lussemburgo. Pari tra le due favorite del girone, Israele e Svizzera.

Anche le favorite del terzo girone (Polonia e Slovenia) pareggiano, permettendo alla Slovacchia di partire forte contro l’Irlanda del Nord con il gol vittoria di Hamsik, proprio come l’altro girone a quattro squadre, il 9, con la Macedonia sorprendentemente in testa dopo aver battuto 1-0 la Scozia e dopo il pareggio 2-2 tra Norvegia e Islanda.

Non sorprende per niente invece la valanga di gol della Germania con cui inaugura il girone, tradizione pienamente rispettata da una decina di anni. Stavolta il malcapitato è stato il Liechtenstein che in più ha dovuto anche subire la furia di Podolski che riesce a giocare solo in nazionale, autore delle prime due reti delle 6 complessive della gara. Nello stesso girone il Galles ha battuto l’Azerbaigian 1-0. Chiudono questa prima giornata Turchia e Belgio a 3 punti rispettivamente contro Armenia ed Estonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>