Milan – Fiorentina 1-2, video e interviste

di Marco Mancini 7

Nessuno all’andata ci avrebbe scommesso, ma la Fiorentina espugna San Siro in una partita dai molti spunti. In ordine di tempo c’è prima il ritorno al calcio giocato di Antonio Cassano dopo quasi 6 mesi dal malore che lo colse a causa di un difetto cardiaco, ma ce n’è anche un altro molto importante: il ritorno al gol di Amauri. L’italo-brasiliano, che non segnava da quasi un anno, fa un favore enorme alla sua tanto amata-odiata Juve mettendo k.o. il Milan in una giornata che si stava mettendo malissimo per i viola visto che, con la vittoria del Lecce, rischiava di ritrovarsi a soli 2 punti dalla Serie B.

>> LA CRONACA DI MILAN – FIORENTINA 1-2

>> LE PAGELLE DI MILAN – FIORENTINA 1-2

Felicissimo Amauri per essere tornato al gol, anche se non gli interessa di aver aiutato la Juve:

Sono felicissimo, dopo tanto tempo di sofferenza, dedico questo gol a mia moglie con cui domani festeggiamo 10 anni di matrimonio. E’ un segnale che deve arrivare più spesso, il gruppo se la sentiva, stiamo soffrendo, ma oggi abbiamo dato una grande risposta, però non abbiamo ancora fatto nulla, dobbiamo continuare così. Ho fatto un favore alla Fiorentina, tre punti fondamentali per la Fiorentina, del resto non m’interessa niente.

Felice ma anche amareggiato per il rigore concesso al Milan è Delio Rossi:

Il rigore è assolutamente generoso; dalla panchina avevo intuito che l’azione fosse un po’ troppo confusa. Oggi sono contento per i ragazzi perché era importante cercare di fare risultato con una formazione un po’ rimaneggiata. Adesso prendiamo una boccata di aria fresca e concentriamoci sul prossimo impegno col Palermo. Amauri? Sono contento per lui, veniva da un lungo periodo di inattività e spero che questo gol gli possa servire.

Ma la notizia vera è che addirittura Allegri ammette che l’arbitro, per una volta, è stato generoso con la sua squadra, ed ammette anche che la sconfitta non è colpa di fattori esterni

Sicuramente abbiamo pagato un po’ di stanchezza, poi il campo non ci ha agevolato. Una volta sbloccata la partita prendere gol dopo poco ci ha complicato le cose, anche se poi con volontà abbiamo creato qualcosa. Anche se poi abbiamo preso gol. Lo scudetto? Non bisogna pensare a quello che succederà, ma solo alla partita di oggi perché martedì giochiamo di nuovo. Non serve fare calcoli, ci sono ancora tanti punti a disposizione Il rigore su Maxi Lopez? Martedì lo abbiamo subìto noi. Forse è stato un po’ generoso. Però parlare degli arbitri non serve, dovevamo giocare meglio, ma non ci siamo riusciti. Purtroppo è andata così, bisogna accettare il risultato. Dobbiamo riprenderci, abbiamo tutto da giocare.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (7)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>