Milan, Allegri: “Battiamo Parma e Barcellona”

di Giovanni Ferlazzo 1

Il sorteggio dell’urna di Nyon non è stato benevolo nei confronti del Milan che nei quarti di finale della Champions League dovrà vedersela con il cliente peggiore: il Barcellona di Guardiola. Il tecnico dei rossoneri, Massimiliano Allegri, intervenuto in conferenza stampa per parlare dell’anticipo di domani pomeriggio contro il Parma, ha ovviamente speso due parole sulla sfida con i catalani, mostrando un cauto ottimismo.

IMPRESA POSSIBILE – L’undici marziano guidato dal terrestre Guardiola è già stato incontrato due volte quest’anno dai rossoneri nella fase a gironi. Risultati non positivi certo, 2-2 al Camp Nou all’ultimo secondo e 2-3 a San Siro, ma proprio da questi si può imparare e provare a mettere in difficoltà i campioni di tutto. Per questo Allegri nutre un ottimismo evidente seppur cauto.

Abbiamo trovato i più forti al mondo, ma possiamo fare bene perché siamo migliorati rispetto l’ultima volta che li abbiamo affrontati. Giocammo una bella partita difensiva a Barcellona e una altrettanto buona anche in casa, nonostante abbiamo perso. Dobbiamo credere in quello che facciamo e il Milan in queste partite è sempre in grado di tirar fuori il meglio. Vediamo inoltre di recuperare qualche infortunato, ma, è evidente, dobbiamo accettare quel che ci capita. Abbiamo comunque possibilità di passare il turno

L’allenatore toscano ammette peraltro come in caso di passaggio del turno si potrebbero spalancare le porte della finale di Monaco, visto che l’eventuale avversaria in semifinale sarebbe una tra Benfica e Chelsea. Non certo avversari improponibili.

PRIMA IL PARMA – C’è da pensare però al presente, senza farsi distrarre dalla sfida di San Siro del 28 marzo. Domani c’è il Parma al Tardini, in una partita che potrebbe essere importante per i destini di assegnazione dello scudetto. Massimiliano Allegri lo sa e mette in guardia i suoi.

Ma ora non serve pensare a messi. Adesso c’è il Parma, una squadra che in casa perde difficilmente e prende pochi gol. Combatte su ogni palla, aggredisce, pressa, ci crede. Non sarà facile. Secondo me non sarà neanche una bella partita, ma l’importante è vincere.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>