Europa League più vicina per il Milan

di Alba D'Alberto Commenta

Il Milan regala ai suoi tifosi la quarta vittoria consecutiva in campionato e si avvicina alla zona Europa. Sembrava quasi che la partita con il Catania dovesse finire con il classico 0-0 ma ci ha pensato il nazionale Montolivo a risolvere la questione siciliana.

Montolivo, nel primo tempo, ha tirato una rasoiata che ha lasciato di stucco Andujar. Si è trattato dell’unica emozione della partita che ha regalato all’ex giocatore della Fiorentina, il titolo di migliore in campo.

Gioisce della situazione il CT milanista. Seedorf sente l’odore di Europa, visto che ormai, per acciuffare il sesto posto, bastano soltanto tre punti. Ci sarebbe da affrontare il problema Parma, a dire la verità, perché nel caso in cui il Milan raggiungesse in classifica gli emiliani, a causa delle vittorie nei due scontri diretti, sarebbe il Parma a giocare nell’Europa League.

Il Milan vince grazie a Montolivo ma non convince gli spettatori. Perfino il Catania appare più fresco dei rossoneri. I siciliani giocano con scioltezza, mentre il Milan di Seedorf arranca, non è preciso ed è molto lento.Soltanto al 22′ il Milan brilla di luce propria con Kakà che dopo una progressione fulminante, conclude poco al lato della porta. Un minuto dopo arriva il goal di Montolivo, una fucilata da trenta metri assolutamente imprendibile. Andujar ha potuto soltanto fermarsi a guardare la palla che s’infilava nell’angolo destro della porta.

Al 33′ ci prova anche Taarabt, poi è la volta di Balotelli al 37′ su punizione. Supermario tenta il colpaccio anche al 59′ poi la partita perde tono e il Milan porta a casa il risultato. Unico impegno per Abbiati un contropiede di Castro lanciato niente meno che da Andujar.

Una partita noiosa che serve soltanto a nutrire l’autostima dei rossoneri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>