Barcellona – Milan 3-1, catalani in semifinale

di Giovanni Ferlazzo 9

Quarti di finale Champions League 2012 – Ritorno
Stadio Camp Nou di Barcellona

Barcellona – Milan 3-1 (andata 0-0)

Reti: 11′ pt (rig.) e 42′ pt (rig.) Messi (B); 33′ pt Nocerino (M); 8′ st Iniesta (B)

È la notte della verità. La notte di Barcellona-Milan. Si gioca questa sera al Camp Nou il ritorno dei quarti di finale di Champions League. Una sfida decisiva per i destini di entrambe le squadre. Il Milan ha a disposizione due risultati su tre visto il pareggio a reti bianche dell’andata, mentre i padroni di casa devono necessariamente vincere per agguantare l’ennesima semifinale degli ultimi anni.

Allegri sceglie in attacco l’ex Ibrahimovic affiancato da Robinho con Boateng nel ruolo di trequartista. Guardiola sorprende tutti: in attacco insieme a Messi e Fabregas c’è il giovanissimo Cuenca. Solo panchina per Sanchez.

BARCA DI RIGORE – Il primo tempo è un autentico dominio blaugrana. Il Milan parte bene, ma poi il Barcellona prende nettamente in mano la partita costringendo i rossoneri a non vedere la metà campo avversaria praticamente per 30 minuti. All’undicesimo Messi viene atterrato in area sugli sviluppi di un’azione partita da un errore di Mexes. Il rigore è netto e l’arbitro lo concede. Sul dischetto si presenta lo stesso argentino che trasforma. I rossoneri sono colpiti e rischiano più volte di subire il raddoppio, ma alla mezzora arriva all’improvviso il pareggio dei milanisti con Nocerino, che sfrutta alla grande un assist di Ibrahimovic.

La partita cambia. Il Barcellona è meno sicuro e il Milan al contrario ha più coraggio a uscire dalla propria trequarti. Quando tornano a spingere però i catalani sono sempre pericolosi e si conquistano un altro calcio di rigore su calcio d’angolo, per trattenuta di Nesta su Busquets. Uno di quei rigori che in Italia non vengono mai assegnati mentre in Europa la maggior severità impone il fischio da parte dell’arbitro. Ci sarebbe da sottolineare come su Nesta c’è un blocco da parte di Puyol, evidentemente non visto dall’arbitro. Comunque, dagli undici metri va sempre Messi che ancora non sbaglia. 2-1 all’intervallo.

CHIUDE INIESTA – Le cose non cambiano nella ripresa, anche perché il Barcellona la chiude praticamente subito all’ottavo minuto con Iniesta, bravo a sfruttare al meglio un rimpallo su conclusione dal limite di Messi che lo ha messo a tu per tu con Abbiati, e da lì un giocatore come lui non può sbagliare. A questo punto il Barcellona amministra il match e sfiora più volte la quarta rete. C’è solo qualche fiammata da parte del Milan che però non riesce mai a creare veri e propri pericoli alla difesa blaugrana, e come detto sono più i padroni di casa a sfiorare il gol che i campioni d’Italia. Da segnalare l’ingresso di Pato, nel tentativo di trovare quello spunto per riaprire il match, ma nel giro di qualche minuto è stato costretto a uscire per l’ennesimo infortunio.

Alle semifinali per la quinta volta consecutiva vanno quindi i Campioni del Mondo in carica. Meritatamente, ma il Milan nell’arco dei 180 minuti non ha di certo fatto una brutta figura ed esce dal Camp Nou  a testa alta.

Photo credits | Getty Images

Commenti (9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>