Serie A 2011/2012: conosciamo la Lazio

di Marco Mancini Commenta

Il mercato della Lazio è stato sorprendente perché ha portato nella Capitale dei signori giocatori di livello internazionale, spendendo relativamente poco, com’è nella pratica di Lotito. E’ vero che sono partiti calciatori importanti come Lichtsteiner o Muslera, ma l’arrivo di nomi altrettanto noti come Cissè e Klose hanno sicuramente riacceso lo spirito dei tifosi che quest’anno sperano in un grande campionato.

La Lazio avrebbe in teoria una grande squadra, se non fosse che ci sono sempre le solite polemiche interne che distruggono lo spogliatoio. Ed uno spogliatoio spaccato significa che non sempre le cose vanno per il verso giusto. Sono state poche le operazioni di mercato, 7 in entrata e appena 4 in uscita (di cui due giovani in comproprietà), ma a scanso di sorprese dell’ultimo minuto, potrebbe essere chiuso il settore in entrata mentre in uscita si attende la cessione soltanto di un attaccante.

C’è da dire che delle 7 operazioni in entrata, almeno 4 saranno sicuri titolari, ma potrebbero esserli quasi tutti, e questo inciderà un po’ sull’amalgama della squadra, anche se c’è da dire che, essendo state portate a termine tutte le trattative nei primissimi giorni di mercato, Reja ha avuto a disposizione l’intera rosa sin dall’inizio della preparazione, in modo da poter inculcare gli schemi voluti sin dall’inizio.

La rosa abbastanza lunga dà al tecnico dei biancocelesti molta scelta, ma a quanto pare potrebbe scendere in campo con un 4-5-1 che all’occorrenza potrebbe tradursi in 4-4-2 con Marchetti in porta, una linea difensiva composta da Konko, Biava, Dias e Radu; due centrali come Ledesma e Matuzalem e tre che inventeranno il gioco come Cissè, Mauri ed Hernanes dietro l’unica punta Klose.

La formazione titolare fa davvero paura, e se Reja dovesse riuscire nell’impresa di far acquisire sin da subito un gioco a memoria ai suoi ragazzi, potrebbe raggiungere traguardi importanti, considerando anche la panchina lunga che, non dimentichiamoci, può disporre di giocatori come Cana, Zarate, Rocchi, Garrido o Bresciano. L’obiettivo stagionale è un posto in Champions League, e visto quanto bene Lotito si è mosso sul mercato, non è da escludere. Se poi le dirette concorrenti Milan e Inter dovessero avere qualche calo di tensione, non è detto che la Lazio non possa puntare anche a qualcosa in più del terzo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>