Crisi Inter, potrebbero pagarla tecnico e molti giocatori

di Marco Mancini Commenta

La prossima estate, è inutile negarlo, all’Inter ci sarà una vera e propria rivoluzione. Come detto qualche giorno fa, sono già 5 i giocatori acquistati o perlomeno bloccati per giugno, e a questi oggi se ne aggiunge un sesto, l’attaccante Zaza di proprietà della Sampdoria ma quest’anno in prestito all’Ascoli, che è seguito anche da Juventus e Milan. Di fronte a questi 5-6 acquisti però saranno anche tantissimi i giocatori che partiranno.

Sicuri partenti sono Silvestre e Jonathan, molto probabile invece che vadano via anche Pereira ed Alvarez. Poi ci sarebbero Rocchi e Cassano già pronti con le valigie in mano, qualche dubbio su Chivu mentre alcuni senatori come Cambiasso e Samuel decideranno a fine stagione se continuare o meno. L’impressione è che il primo possa restare ed il secondo invece dovrebbe partire. Oltre a tutti questi calciatori, a cambiare aria potrebbe essere anche Stramaccioni. Ieri è stato molto chiaro: ha ammesso di aver fatto un piccolo turnover perché l’obiettivo principale dell’Inter è il terzo posto.

OBIETTIVO STAGIONALE – E come dargli torto? La Champions League porta nelle casse societarie come minimo 30 milioni di euro, l’Europa League finora ne ha portati meno di 3 ed anche in caso di vittoria non si arriverebbe nemmeno alla metà di quella cifra. Solo che si può anche essere eliminati senza fare figuracce. Ieri sera la faccia di Moratti era tutta un programma, ed ormai diventa evidente che se l’Inter dovesse fallire anche l’aggancio al terzo posto, per Stramaccioni non ci sarebbe posto nella prossima stagione.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>