Al matrimonio di Rio Ferdinand le fedi le porta… il gufo

di Gioia Bò Commenta

Per la serie: ma come sono stravaganti questi vip del pallone. Del resto, se non se lo possono permettere loro che a fine mese si ritrovano con uno stipendio da far invidia al più pagato attore di Hollywood, chi altro potrebbe? Generalmente lo sfoggio del lusso si riversa sull’acquisto di costosissime automobili o sull’investimento in ville che somigliano a castelli, ma alcuni ci tengono a stupire anche nel giorno del proprio matrimonio.

Ricordate le nozze di Wayne Rooney da quattro milioni di euro, con tanto di jet privati per trasportare gli invitati e ricevimento su uno splendido yacht da 72 metri? Beh, il compagno di squadra Rio Ferdinand non ha voluto essere da meno e, pur non sapendo quanto sborserà per il suo matrimonio, possiamo già scommettere che la cerimonia verrà ricordata per originalità.

Il momento più emozionante sarà quello dello scambio delle fedi, quando un gufo consegnerà gli anelli agli sposi, volando sulle teste degli invitati nel castello di Peckforton.

L’idea non è poi così originale, visto che il pennuto ha già “accompagnato” all’altare diverse coppie di sposi, ma di certo è la prima volta che un calciatore utilizza questo bizzarro paggetto. Pare che la trovata sia stata della compagna di Ferdinand, Rebecca Ellison, intenzionata a far morire di invidia le colleghe wags. Il tutto, poi, doveva restare nel più assoluto riserbo, ma questa mattina il Mail on Sunday ha spifferato la sorpresa, proponendo anche un’intervista all’addestratore di Ollie (anche i gufi hanno un nome):

Il gufo si poserà sul braccio del testimone, che dovrà imparare a non essere nervoso e rimanere perfettamente fermo. E’ Ollie che fa tutto il lavoro. Una volta arrivato, poi, il testimone staccherà dalle zampe il sacchetto di velluto contenente le fedi.

Certo, ora la sorpresa è rovinata, ma vorremmo ugualmente essere presenti all’evento per gustarci le facce di Victoria Beckham e colleghe…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>