Zeman e Conte star di Twitter

di Alba D'Alberto Commenta

I due eventi della giornata sono diventati anche trend topic di Twitter, nel bene e nel male. Si parla del ritorno di Zeman sulla panchina del Cagliari e dello sfottò di Conte ad Allegri che forse è stato soltanto un boomerang per il CT della Nazionale. Ecco come sono andate le cose. 

La prima notizia è quella dell’esonero di Zola dalla panchina del Cagliari e proprio come nelle migliori famiglie, torna a casa il figlio prodigo, il grande Zeman, uno di quegli allenatori che puoi amare o puoi odiare ma certamente rivoluzionano il tuo modo di pensare il calcio.

Adesso però, Zeman avrà un compito non facile ed è anche dato per spacciato, ancor prima di riprendere le fila del discorso. Il fatto è che Zeman deve risollevare il Cagliari che è terzultimo in classifica con 20 punti. In pratica ha un solo obiettivo: la salvezza. Il suo staff è composto da Vincenzo Cangelosi, Giacomo Modica e Roberto Ferola.

#Zeman è stato a lungo un trend topic su Twitter, prima che ci fossero le partite e prima che si scatenasse il tormentone #ConConte. Il CT della Nazionale, infatti, ha ottenuto la sua terza Panchina d’Oro e invece che pensare a qualche dedica di qualità, ne ha approfittato per prendere un po’ in giro Allegri:

Se questa Juve avesse la cattiveria della mia Juve avrebbe 20 punti in più di vantaggio.

In effetti la Juventus ha soltanto pochi punti di vantaggio sulla seconda in classifica, la Roma che ha anche una partita in meno. Detto questo si è scatenato l’inferno su Twitter dove sono apparsi messaggi raccolti dall’hashtag #ConConte molto divertenti:

1.Mas ‏scrive ad esempio:  la gallina di banderas farebbe i saccottini invece delle uova.
Francesco Magliano scrive:  avremmo sconfitto l’isis dopo 2 giorni.
Scrivi qui anche il tuo!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>