Portiere sbadato va in trasferta. Ma si giocava in casa

di Alba D'Alberto Commenta

Una notizia riportata dalla Gazzetta dello Sport che ci fa sorridere perché parla di una trasferta immaginata dal portiere che è andato esattamente altrove rispetto al campo di gioco della squadra. 

Greaeme Smith, giocatore del Brechin City, club della League One scozzese ha fatto in tempo a raggiungere i compagni per la partita: però ha perso, incassando due gol. Forse era meglio che restasse in trasferta? Scrive la Gazzetta dello Sport:

Eppure lui era convinto di giocare in trasferta. Per questo Graeme Smith, portiere del Brechin City club militante nella League One scozzese, ha pensato bene di farsi 142 chilometri per raggiungere lo stadio dello Stenhousemuir. Peccato però che proprio tutti, tifosi, compagni ed avversari, lo stessero aspettando nel suo stadio di casa: il Glebe Park. In terza divisione, così come nelle serie minori, i calciatori si recano allo stadio in maniera autonoma, con i propri mezzi, forse il tragicomico malinteso si poteva evitare con la presenza di un pullman ad accompagnarli. Fatto sta che Smith deve aver notato uno strano silenzio quando è arrivato, o forse è stata la telefonata del suo manager, che lo avvertiva di essersi recato nello stadio sbagliato, a farlo tornare alla realtà. Così si è rimesso al volante, e dopo varie imprecazioni è riuscito a raggiungere in tempo la sua squadra. Peccato che ha anche fatto in tempo a prendere 2 gol e perdere la partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>