Europa League: continua il periodo no delle grandi, tonfo clamoroso per l’Amburgo

di Marco Mancini 1

Le indicazioni date nella giornata di Champions League si confermano in questa di Europa League. L’inizio di stagione è duro per tutti, e così anche alcune tra le favorite per la vittoria finale fanno un’enorme fatica, finendo a volte anche con una sconfitta.

E’ il caso ad esempio dell’Amburgo, una delle squadre più temibili del torneo, che stecca clamorosamente la prima, perdendo 3-0 in casa del Rapid Vienna. Nessun evento particolare, solo una netta supremazia degli austriaci che fanno tornare in Germania un Amburgo forte tra le mura domestiche, ma molto fragile fuori. Va male anche al Celtic, che perde contro l’Hapoel Tel Aviv, mentre pareggia 1-1 l’altra grande favorita, il Valencia, raggiunto quasi al novantesimo da una rete di Gervinho.

L’Ajax, che aveva dimostrato grande padronanza nelle gare eliminatorie, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Timisoara, e l’Herta Berlino pareggia 1-1 contro i lituani del Ventspils. Insomma, Roma e Lazio possono star tranquille perché questa prima giornata è stata terribile per tutti. Anche per chi ha vinto, come il Villareal che contro il Levski Sofia ottiene i tre punti grazie ad una rete di Nilmar a pochi minuti dalla fine, o come Werder Brema e Tolosa che rispettivamente contro Nacional e Partizan vincono 2-3, ma rischiando parecchio, come i tedeschi ad esempio che vincono la gara con una rete a 5 minuti dal fischio finale. Le uniche squadre che sono sembrate in forma sono state Everton e i campioni in carica dello Shaktar Donetsk, capaci di segnare 4 gol a testa, ma l’impressione è che l’Europa League, come la Champions dopotutto, ancora non sia decollata.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>