Gli azzurri a Coverciano tra sorrisi e strip!

di Gioia Bò Commenta

Si aspettava solo l’atto conclusivo della stagione 2008/’08 per dare finalmente inizio alle danze. Archiviata anche la Coppa Italia, prepariamoci dunque a mangiare pane e calcio per un altro mese abbondante, con l’Europeo che occuperà quasi completamente la scena su giornali, tv e blog.

Da ieri la Nazionale azzurra è a Coverciano per il classico raduno pre-europeo, primo passo verso la manifestazione continentale. Da qui partiranno i 23 selezionati da Donadoni per difendere i colori della bandiera e soprattutto il titolo di Campioni del Mondo conquistato due anni fa, sotto il cielo di Berlino.

Per uno solo non ci sarà la soddisfazione di approdare in Austria e Svizzera, visto che il mister ha ritenuto opportuno preconvocare 24 elementi. Fatto sta che con la chiamata in campo di ieri si è dato ufficialmente il via all’avventura europea dell’Italia.


Volti sorridenti fuori dai cancelli del centro sportivo di Coverciano, tra i tifosi che attendevano impazienti l’arrivo dei calciatori, nella speranza di riuscire a strappare una foto o un autografo. Riti che si ripetono ad ogni raduno degli azzurri, soprattutto se la manifestazione che si va a preparare è di quelle che contano per il prestigio internazionale.

Volti sorridenti anche in conferenza stampa, con Donadoni che ha voluto ribadire i motivi di talune scelte, prima fra tutte quella di offrire una possibilità a Cassano:

E’ solo un ragazzo, non fatene un extraterrestre. Credo che dopo quella pesante squalifica in campionato abbia capito come si sta in un gruppo.

Speriamo, perché le sue magie possono sicuramente far comodo alla causa azzurra, purché non vengano accompagnate da qualche cassanata di troppo.

Ma per uno che è al settimo cielo per la convocazione insperata, ce n’è un altro che avrebbe voluto far parte del gruppo dei 23 e, dopo l’esclusione, non ha risparmiato critiche all’indirizzo del ct:

Io rispetto Pippo Inzaghi, ma lui deve rispettare me. Non ho nulla di cui rimproverarmi e nulla di cui scusarmi.

Parentesi aperta e chiusa. Ora si parla solo dei presenti che devono tenere alto l’onore della nazionale, dimostrando che è ancora l’Italia la squadra da battere. Ed allora tutti in campo per il primo allenamento dell’allegra brigata di Donadoni.

E tra una corsa e due flessioni ecco spuntare due graditissime ospiti (almeno per i calciatori), che hanno dato vita ad un curioso fuoriprogramma.

Si trattava di Lisa Dalla Via e Marianne Puglia, due ragazze della troupe di Lucignolo, protagoniste di un’invasione di campo tra le espressioni divertite dei presenti, fino all’arrivo della sicurezza che le ha allontanate dalla vista. L’avventura azzurra dunque è cominciata nel migliore dei modi, ma ora basta con le sorprese: al lavoro ragazzi, c’è un Europeo da vincere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>