Coppa Italia terzo turno: Fiorentina – Empoli 1-0 d.t.s.

di Moreno Commenta

Foto: AP/LaPresse

Terzo turno di Coppa Italia.
Stadio Franchi, Firenze:
Fiorentina-Empoli 1-0 d.t.s.
Rete: 118′ Babacar (F)

Dentro o fuori, lo decreta il regolamento. Derby toscano, Fiorentina-Empoli, nel novero delle 15 gare in programma nella due giorni di Tim Cup. Provatelo a dire a Sinisa Mihajlovic, dopo lo sciagurato avvio di campionato, che la “coppetta” vale poco: centellinare gli sforzi (non per altro in attacco ci sono Papa Waigo, Ljaijc e Babacar dal 1′), non certo trascurare l’impegno.

Per gli avversari, invece, il trofeo resta vetrina di lusso da onorare senza dimenticare quanto accadde nel 1999 al Calais, squadra francese che militava nei dilettanti e capace di giocarsi la finale della competizione nazionale (vinse il Nantes con un rigore dubbio). Schieramenti speculari (4-2-3-1), nei primi minuti di gioco le squadre sono accorte ma tentano di imprimere, ciascuna a modo suo,  il ritmo meticolosamente studiato nelle fasi di preparazione.

Tradotto: i Viola fanno la partita: Babacar più volte pericoloso tra il 2′, calcia ma non inquadra la porta, e il 12′, Mori ribatte la conclusione; Papa Waigo si fa notare per una sforbiciata (20′) della quale si elogia la fattura e un po’ meno l’esito. L’Empoli pensa a difendersi per ripartire in contropiede: a concludere una ripartenza ci riesce solo Lazzari (18′, palla di poco a lato). Per il resto, locali tanto intraprendenti e padroni del campo quanto imprecisi sotto porta. La ripresa mostra la stessa immagine: pugile che attacca, la squadra di casa; pugile che incassa, quella avversaria.

Ma come nei peggiori incubi di Apollo Creed, Balboa non cade: solo un palo (26′, il neoentrato Santana) per Boruc e compagni con tanto di brivido finale per il tiro di Fabbrini (45′) su cui l’estremo polacco è costretto all’intervento risolutore. Al 4′ di recupero Cerci si divora l’ultima opportunità, poi i supplementari. Nel corso dei primi 15′ è l’Empoli a osare (e spaventare) di più. Il successivo quarto d’ora è di marca locale: Ljaijc (3′, fuori di poco) e Gilardino (subentrato a Cerci) non finalizzano, Babacar va a segno a 2′ dal termine sfruttando la deviazione della retroguardia locale. Passa la Fiorentina ma gli applausi maggiori sono per gli ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>