Fiorentina-Empoli 1-0 d.t.s.: fotogallery

di Gioia Bò Commenta

Foto: AP/LaPresse

Dopo la vittoria (quasi) scaccia-crisi nell’ultimo turno di campionato, la Fiorentina era chiamata all’esame-Empoli nel debutto di Coppa Italia. Un derby tutt’altro che agevole per i viola, contro una squadra che si sta ben comportando nella serie cadetta e che quest’anno non ha ancora conosciuto l’onta della sconfitta.

Mihajlovic nell’occasione ha mescolato abbondantemente le carte, concedendo un turno di riposo a qualche pezzo da novanta, pur convinto della forza della squadra (“Non importa chi gioca: vogliamo arrivare fino in fondo, quindi dobbiamo vincere”). E la Fiorentina versione Coppa Italia ce la mette tutta per sbrigare la pratica in fretta, ma Babacar e Papa Waigo non finalizzano le azioni create ed il primo tempo scivola via nel freddo e nella noia.

La ripresa comincia con gli stessi ventidue della prima frazione di gioco ed il canovaccio della gara resta più o meno invariato. Poi largo all’esperienza nelle file viola con l’ingresso di Santana al posto di Papa Waigo, quando il cronometro segna il minuto numero 65. Di lì a poco sarà Ljajic ad avere sui piedi la palla del vantaggio (proprio su passaggio del neo-entrato), ma le illusioni viola si spengono sul palo. Prima del triplice fischio l’occasione d’oro capita a Cerci, ma non c’è verso di sbloccare lo 0-0, che porta ai tempi supplementari.

L’extra-time potrebbe far pendere l’ago della bilancia da una parte o dall’altra, ma l’Empoli riesce solo a spaventare i padroni di casa nei primi 15 minuti, mentre la Fiorentina si dimostra ancora imprecisa e sciupona nel secondo supplementare. A sbloccare la situazione ci pensa Babacar, quando mancano ormai due minuti ai calci di rigore, regalando così ai viola il passaggio del turno (l’avversaria uscirà dall’incontro di domani tra Frosinone e Reggina). Una vittoria che fa morale, ma che mette in evidenza anche l’impalpabilità dei ricambi viola, apparsi spesso non all’altezza dei titolari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>