Sampdoria, missione Champions League (video)

di Gioia Bò Commenta

Gli almanacchi del calcio sono pieni zeppi di rimonte incredibili e di imprese sulla carta difficili da realizzare ed è su questa convinzione che si fondano le speranze blucerchiate, sebbene la montagna sembri troppo alta da scalare. Il 3-1 rimediato nella gara di andata dell’ultimo turno preliminare di Champions League non fa ben sperare, ma bisogna giocarsela ugualmente e puntare sul fattore campo, se si vogliono ridimensionare le ambizioni di un Werder Brema quasi sicuro del passaggio del turno.

Domenico Di Carlo, allenatore della Samp, crede nell’impresa e cerca di scaldare l’ambiente, pur rendendosi conto delle difficoltà che attenderanno la sua squadra sul terreno di Marassi:

Abbiamo provato il terreno sabato e ci sono delle difficoltà. È duro ma vengono via le zolle, difficile scegliere i tacchetti giusti, ma sono sicuro che superemo anche questa difficoltà. La Samp è pronta a fare l’impresa. Dobbiamo essere corti, compatti, aggressivi e veloci. Ci vuole cuore caldo e testa lucida, in settimana abbiamo analizzato tutto. Dobbiamo tenere ritmi alti per sfruttare le loro debolezze e soprattutto pressare in ogni zona e poi fare la differenza nei singoli.

E nei singoli la Samp può davvero fare la differenza, specie per quanto riguarda il reparto avanzato. Ma ci vuole il Cassano dei giorni migliori, non quello che nella gara di andata ha rappresentato un peso per la sua squadra. E ci vogliono i colpi di Pazzini, colui che a Brema ha riacceso le speranze blucerchiate, segnando la rete dell’1-3. Il Pazzo fa eco all’allenatore e si dice pronto a gettare il sangue sul rettangolo verde:

C’è grande attesa ma abbiamo fiducia. Il gol dell’andata può valere tanto. Noi daremo tutto e poi giocare qua è il nostro punto forte. Novanta minuti sono lunghi, noi possiamo fare bene e ce la giocheremo sino al 95′.

La Samp ci crede, Genova ci crede e intanto su YouTube aumentano di minuto in minuto le visite ad un video dal titolo che è tutto un programma: Sampdoria-Werder Brema: crediamoci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>