Champions League: Inter-Werder Brema 4-0 – Video e gallery

di Gioia Bò 1

La sconfitta rimediata sul campo dell’Olimpico di Roma è già dimenticata e l’Inter ritrova immediatamente la via della vittoria, imponendosi contro un Werder Brema apparso per nulla pericoloso e competitivo in Champions League. E dire che i tedeschi potevano subito far male ai campioni d’Europa, ma il pallonetto Hugo Almeyda salvato sulla linea da Lucio era solo un fuoco di paglia ed i veri fuochi (stavolta d’artificio) stavano per essere esplosi sul prato di San Siro da Eto’o e compagni.

Il camerunense ha vissuto stasera il suo ennesimo momento di gloria, mostrandosi ancora una volta decisivo in questo avvio di stagione. Tre reti per lui, una per Sneijder, sempre più in vista sul panorama calcistico europeo e sempre più vicino alla conquista del Pallone d’Oro.

Troppo facile per i due marcatori e per i compagni di reparto tagliare a fette la difesa di un Werder arrendevole, che avrebbe potuto anche essere umiliato con un numero maggiore di reti di fronte alla compagine italiana. Eppure Benitez è soddisfatto solo a metà. Non può lamentarsi del risultato, certo, ma in quanto alla prestazione ha qualcosa da rimproverare ai suoi:

Non è la nostra miglior partita. Abbiamo fatto bene, chiaro, ma abbiamo dimostrato più intensità in altre occasioni quest’anno. Eto’o? L’importante è l’attitudine, la mentalità. La distanza dalla porta non influisce sulla quantità di gol che segna.

Capitolo infortuni. Questa sera ben due pilastri della difesa nerazzurra (Julio Cesar e Lucio) sono usciti malconci. L’allenatore spagnolo non ne fa un dramma e spera di recuperarli sin dalla gara di domenica con la Juventus:

Lucio? Giocando due partite a settimana, i giocatori non riposano e con quest’intensità elevata succedono cose del genere. Non sembra un infortunio molto serio, ma ancora non sappiamo molto. Il cambio di Julio Cesar? Precauzionale, ha un problemino fisico.

E a proposito di Juventus:

Del Neri spaventato? Non penso, la Juventus ha una squadra di qualità.

E allora non ci resta che attendere il posticipo della prossima giornata per sapere se e quanto Del Neri sarà spaventato. Nel frattempo godiamoci la gallery ed il video della serata.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>