Inter e Juve si fanno i dispetti: Xabi va a Milano e Maniche a Torino

di Marco Mancini Commenta

Ogni ora che passa fa sorgere novità per quanto riguarda il calciomercato. Inter e Juve, le regine delle chiacchiere di quest’estate, continuano a darsi battaglia, prima ancora che sul campo, sulle pagine dei giornali.

Un nuovo passaggio di proprietà potrebbe scuotere il calciomercato. Ma cominciamo dall’inizio. Mourinho, qualche giorno fa, aveva puntato i piedi e aveva dichiarato che se non veniva Lampard, lui voleva un altro centrocampista di qualità. Dopo l’ennesimo tentativo da parte di Moratti di convincere Abramovich a lasciar partire l’inglese, e dopo l’ennesimo due di picche, le attenzioni si sono spostate su un altro forte centrocampista della Premier League: Xabi Alonso.


Lo spagnolo del Liverpool era in trattativa con la Juventus, e oramai era arrivato ai ferri corti con la sua società. Il prezzo troppo alto del suo cartellino aveva fatto desistere i bianconeri, che alla fine hanno scelto Poulsen che costava la metà, ma intanto la frittata era fatta. Xabi non voleva stare più a Liverpool, e Benitez si era stancato di lui. Così l’avvoltoio Inter ha fiutato l’affare e ha trovato il centrocampista adatto al gioco di Mourinho. Il tentativo era stato fatto anche sullo slovacco del Napoli Hamsik, ma lui aveva già detto di no, e così quale miglior occasione di un forte centrocampista che vuol cambiare maglia, ma che nessuno può più prendere? E soprattutto come perdersi l’occasione di fare un dispetto ai rivali bianconeri? Ovviamente però bisognerà aspettare il definitivo stop alla trattativa su Lampard. Mourinho preferirebbe il suo pupillo, e in caso il Chelsea lo lasciasse partire, Xabi dovrà sorbirsi un’altra stagione in Premier League.

La Juve d’altra parte un sostituto di Tiago lo deve pur trovare. E glielo ha proposto l’Atletico Madrid. I biancorossi, molto interessati al portoghese, non se la sentono di sborsare i 15 milioni richiesti dalla Juve, e così hanno in mente due contropartite: una è il terzino destro Seitaridis, che andrebbe così a riempire il vuoto lasciato da Zebina, sicuro partente; l’altro sarebbe l’ex interista Nuno Maniche, che come caratteristiche non si discosta molto da quelle di Tiago, ma come risposta allo sgarro degli interisti di soffiargli da sotto il naso Xabi Alonso, non sarebbe niente male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>