Cassano fuori dalla rosa e dalla nazionale cerca sistemazione

di Marco Mancini Commenta

Foto: AP/LaPresse

Antonio Cassano non è solo fuori rosa nella Sampdoria, ma secondo il nuovo regolamento interno della nazionale, rimarrà fuori anche dal giro azzurro. Secondo il codice di comportamento sottoscritto da Cesare Prandelli, un calciatore lasciato fuori rosa non può essere convocato, e a questo punto se Fantantonio ha intenzione di riprendersi quella maglia tanto agognata in passato, ha soltanto due soluzioni.

La prima, che a questo punto sembra anche la più improbabile, è chiedere scusa pubblicamente e farsi reintegrare in squadra; l’altra invece è che vada via il prima possibile, magari già a gennaio. In Italia c’è la fila, con Juventus, Inter e Milan in prima linea, e la Fiorentina che non disdegnerebbe un passaggio-sorpresa. E poi ci sono squadre straniere che osservano la situazione da vicino. A gennaio Cassano potrebbe lasciare Genova addirittura a parametro zero, o con un costo del cartellino fortemente scontato. Cerchiamo di capire dunque dove potrebbe andare.

INTER: Cassano è tifoso nerazzurro sin da piccolo, e non ha mai nascosto la felicità degli apprezzamenti di Moratti e degli allenatori dell’Inter degli ultimi anni. I nerazzurri hanno bisogno di una prima punta che possa sostituire Milito, ma se Eto’o dovesse continuare ad occupare questo ruolo bene come sta facendo in questo inizio di campionato, Cassano potrebbe diventare la sua spalla ideale. Branca ha affermato che all’Inter Cassano non interessa, ma potrebbe essere solo pretattica. Possibilità di acquisto: 50%.

JUVENTUS: i bianconeri provano a prenderlo da anni, e stavolta potrebbe essere la volta buona. Marotta stava lavorando nei mesi scorsi per farlo arrivare a Torino a fine stagione per sostituire Alex Del Piero, nel caso in cui decidesse di lasciare la Juve o addirittura il calcio. Ma siccome c’è il rischio che cambi squadra a gennaio, tutto potrebbe saltare, e non è detto che gli “uomini-Samp” che hanno forti legami con lui (Marotta e Delneri) non trovino una soluzione per farlo arrivare. Possibilità di acquisto: 30%.

MILAN: nell’attacco del Milan la qualità non manca, piuttosto servirebbe qualche difensore, ma un’occasione come quella di prendere Cassano ai saldi difficilmente Berlusconi se la lascerà sfuggire. Il Milan ha però lo stesso problema della Juve: la sovrabbondanza nel reparto. Se fosse stato trattato a giugno, Cassano sarebbe andato a sostituire Ronaldinho che sta facendo i capricci per il rinnovo contrattuale. Ma ora sarebbe molto difficile inserirlo, a meno che non gli si facesse fare turnover con Pato o Robinho, retrocedendo Dinho al ruolo di trequartista. Troppe alchimie tattiche difficili da far combaciare. Possibilità di acquisto: 19%.

FIORENTINA: i viola sono stati ad un passo dall’acquistare Cassano la scorsa estate, ma fu proprio Garrone (che ora l’ha punito) a convincere il talento barese a restare. Ora che Jovetic non si sa quando e come tornerà e Ljaijc non sembra convincere pienamente, Mihajlovic ha due mesi di tempo per provare Mutu. Se il rumeno girerà a dovere bene, altrimenti potrebbe lasciare Firenze già a gennaio. Il suo addio verrebbe accelerato se venisse riaperta la strada che porta a Cassano, ma siccome in prima fila ci sono le tre big, le possibilità che i viola arrivino al calciatore blucerchiato scendono ad appena l’1%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>