Calciomercato Juventus, non solo Ibra nei piani bianconeri

di Marco Mancini Commenta

Pavel Nedved ieri è uscito allo scoperto ed ha ammesso di star pensando di riportare Ibrahimovic alla Juve. Dopotutto lo svedese ha girato mezza Europa e mai si è trovato bene come in Italia. Di motivazioni per tornare ne avrebbe fin troppe, e così ecco chiarito il piano per riportarlo in bianconero. Tutto potrebbe cominciare con l’acquisto di un top player da parte del PSG (Cristiano Ronaldo o Rooney). In questo modo gli sceicchi dovranno vendere necessariamente lo svedese, e lo farebbero partire per un prezzo non esagerato.

L’idea però è di guadagnarci due volte, ovvero ottenere Ibra super scontato e vendere Vidal ai francesi per 35 milioni di euro. In questo modo alla Juve potrebbero entrare 20-25 milioni in cassa, il posto di Vidal in mezzo al campo sarebbe certamente preso da Pogba, e quei soldi potrebbero essere investiti su Jovetic. Il montenegrino, valutato una quarantina di milioni, potrebbe venir via con molto meno se la Fiorentina accettasse di scambiarlo con qualche giocatore gradito a Montella come Giovinco o Marrone (o anche entrambi), mentre vendendo uno tra Matri e Quagliarella si potrebbe finanziare l’acquisto di un’altra punta come Muriel o Sanchez.

 GLI ALTRI ATTACCANTI – Per l’attacco si pensa anche a Zaza, su cui però ci sarebbero anche Milan e Inter, e per farlo ha già fatto il primo passo, offrendo un quadriennale al giocatore da 600 mila euro a stagione a salire. La dimostrazione che comunque la Juve segua una prima punta, nonostante abbia già ingaggiato Llorente, è che nel caso in cui non dovesse arrivare Ibra c’è già l’elenco delle alternative che nell’ordine sono Podolski (18-20 milioni), Oscar Cardozo (circa una decina di milioni) e Osvaldo (15 milioni).

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>