Serie A, 13° giornata: risultati e commenti

di riccardo Commenta

Di Natale trascina l’Udinese al secondo posto

La tredicesima giornata del campionato di serie A, quella del ritorno in campo dopo la morte del tifoso laziale Gabriele Sandri e la qualificazione della Nazionale agli Europei 2008, non è stata caratterizzata da risultati sorprendenti. Tutte le prime della classe hanno vinto, ad eccezione della Fiorentina, confermando così la netta superiorità rispetto alle altre squadre. Su tutte la Juventus, che con una grande dimostrazione di forza ha umiliato con un perentorio 5-0 il Palermo nel posticipo di ieri sera, ridimensionandone le ambizioni; Zamparini, furibondo, medita sul futuro di Colantuono.

Sabato, negli anticipi, sia la Roma che l’Inter hanno vinto con una rete di scarto. I giallorossi hanno battuto 1-0 il temibile Genoa, in uno stadio Marassi infuocato e gremito purtroppo anche dai (pochi) soliti idioti che hanno fischiato il minuto di silenzio in memoria del giovane italiano ucciso in Afghanistan; a distanza di 7 giorni si è ripetuto Panucci con un goal fotocopia di quello segnato in Nazionale e sempre all’ultimo minuto. L’Inter, invece, ha avuto ragione di una coriacea Atalanta con un sofferto 2-1 e mantiene così tre punti di vantaggio su Roma, Juventus ed Udinese, ma sia nerazzurri che giallorossi hanno una partita da recuperare.


Proprio l’Udinese è la grande sorpresa del campionato: dopo la vittoria di 15 giorni fa a nell’inespugnabile campo di Firenze, si è ripetuta ieri con un 2-0 contro il Siena, ultimo in classifica assieme al Cagliari. La squadra di Marino gioca un bel calcio e può contare su due nazionali come Di Natale e Quagliarella, che in questo momento stanno facendo la differenza là davanti.
Ritorno alla vittoria per il Milan a Cagliari: il ritorno in campo di Ronaldo porta fortuna ai diavoli che, in svantaggio per 1-0, recuperano nella ripresa grazie a Gilardino e Pirlo, ma la geriatrica difesa rossonera urge al più presto di rinforzi giovani perché Madini, Cafù, Serginho e Nesta non sono calcisticamente immortali.
La Fiorentina impatta nel difficile campo di Reggio Calabria grazie anche a due rigori negati ai calabresi, mentre la Lazio vince meritatamente all’ultimo minuto per 1-0 contro il Parma, nel nome di Gabriele Sandri. Convincenti vittorie di Napoli (altra piacevole sorpresa) e Livorno rispettivamente contro Catania ed una spenta Sampdoria, grazie alle splendide doppiette di un super Zalayeta e del rinato Tavano; infine, scialbo 0-0 tra Empoli e Torino.

Il prossimo turno sarà una giornata campale, con Fiorentina-Inter, Roma-Udinese, Milan-Juventus ed il derby Catania-Palermo: si prevedono forti emozioni e possibili rivoluzioni in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>