La Serie A sciopera a fine settembre

di Gioia Bò 10

Una notizia che potrebbe far sorridere o indignare i milioni di lavoratori che arrivano alla fine del mese facendo i salti mortali, ma tant’è: anche i calciatori fanno parte della categoria “lavoratori” ed anche loro hanno diritto allo sciopero, se ritengono che la posizione economica o contrattuale non sia adeguata. Ed è quello che succederà di qui a qualche settimana (il 25 ed il 26 settembre), quando tutti i calciatori della Serie A si rifiuteranno di scendere in campo per disputare la quinta giornata di campionato. A rendere nota la posizione dei calciatori è il portavoce Massimo Oddo attraverso la lettura di un comunicato:

La Aic, in perfetta sintonia con le squadre di serie A, ha deciso che queste non scenderanno in campo nella quinta giornata di campionato di serie A del 25 e 26 settembre contro la richiesta di introduzione di un nuovo regime contrattuale. Lo sciopero ci sarà sicuramente, al di là delle decisioni che saranno prese dal prossimo consiglio federale, e si protrarrà se non saranno presi accordi consoni. Lo sciopero è contro il mancato rinnovo del contratto collettivo ma anche contro lo status di oggetto con cui noi calciatori siamo trattati.

Prepariamoci dunque a vivere una domenica senza calcio, perché le primedonne incrociano le braccia (anzi, le gambe).

Commenti (10)

  1. Amo il calcio, ma quando fanno queste cose si fanno letteralmente schifare.
    Stiamo parlando della Serie A, il più “povero” guadagna a voler essere buoni 5 volte un operaio (lavorando 100 volte meno inoltre)
    Credo sia davvero sbagliato, mi ricorda un pò le dichiarazioni di Barbareschi quando disse che con lo stipendio da parlamentare (20.000 euro) non riesce ad arrivare a fine mese……………………………………

  2. in effetti non è una cosa bellissima che scioperino, anche se hanno tutto il diritto di farlo. Se poi vai a leggere le motivazioni (http://www.calciopro.com/regole/sciopero-calciatori-punti-discordia/) la situazione diventa ancora più irritante perché la maggior parte di queste sono stupidaggini, ma si sa che più uno ha soldi e più vuole averne, figuriamoci quando è calciatore ed è coccolato come un bambino fino all’età di 35 anni!

  3. mandateli a lavora ……. in fabbrica con 1300 euro ar mese per campare loro e le loro famiglie vedete che poi nn scioperano piu ………… QUESTO E NO SFREGGIO ALLA MISERIA DI CHI PROBLEMI LAVORATIVI NE HA VERAMENTE TROPPI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>