Ronie ammette: il suo ritorno sarà difficile

di Aurelinho Commenta

Ce lo aspettavamo un po’ tutti, era prevedibile, ma sentirlo dire dalla bocca del diretto interessato fa impressione. Ronaldo ha espresso il proprio stato d’animo, ha confermato che esiste la concreta possibilità di un suo addio al calcio. Troppo grave l’infortunio, troppo lunghi i tempi di recupero e troppi gli anni del “Fenomeno” per uscirne fuori e ritornare quello di un tempo. Le sue parole sono duri colpi per le orecchie ed i cuori di chi tifa per lui da anni, di chi lo stima per la sua classe e le sue giocate, indipendentemente dalle varie maglie che ha indossato. Non ha escluso totalmente la possibilità di un ritorno sui campi di gioco, spiegando che tutto dipenderà dalla risposta che gli darà il corpo alla fine della riabilitazione.


E’ stato un colpo fisicamente molto duro, mentalmente durissimo, non sto ancora pensando al mio ritorno. Se starò bene e se non proverò dolore continuerò a giocare. Se il mio corpo mi segue, tornerò in campo. Lasciare il calcio sarebbe una decisione difficile. Adesso penso a recuperare nel miglior modo possibile. Le mie motivazioni sono uguali a quelle che avevo nel 2000. Spero che stavolta non si verifichino i ritardi di allora. Il primo infortunio era una novità assoluta, adesso abbiamo alle spalle già un’esperienza del genere. Sappiamo cosa dobbiamo fare e cercheremo di farlo nel miglior modo possibile per tornare in campo. Alla base c’è sempre l’amore per il calcio, la passione per questo sport e il desiderio di fare gol. È questa la luce che vedo in fondo al tunnel. Ma non sarà facile. In quel momento ho pensato che la cosa giusta da fare che era, adesso, che e` successo così, io smetto. Cercherò di guarire per fare una vita tranquilla, riposare, perché gioco da tanti anni. Ritorno? Non e` questo il momento migliore per pensarci, perché tutto e` ancora fresco, e` successo poco tempo fa. Adesso devo pensare al mio recupero, perché sarà molto lungo, sarà duro, difficile.

Ronie ha anche ribadito di voler terminare la carriera al Flamengo, che gioca a Rio De Janeiro, sua città natale. Se dovesse tornare a giocare, la trattativa sarebbe abbastanza semplice, dato che il contratto con il Milan scade a Giugno e, nonostante le belle parole spese da Galliani negli ultimi giorni nei suoi confronti, è praticamente certo che non gli sarà prolungato, permettendo al Flamengo di prenderlo a costo zero. Intanto la società rossonera sta preparando l’assalto per prendere Amauri dal Palermo a fine stagione, Zamparini aveva detto che non lo avrebbe mai ceduto al Milan, ma alla fine la volontà del giocatore ed i 25 milioni di euro che Berlusconi è pronto a versare nelle casse dei rosanero, dovrebbero consentire la felice conclusione della trattativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>