Allegri: “Siena e Cagliari decisive per il nostro campionato”

di Stefano Rodinò 1

 E’ stata una conferenza stampa ricca di argomenti quella tenuta da Massimiliano Allegri alla vigilia della partita di campionato tra Milan e Siena. Oltre all’ovvia domanda sul sorteggio di Champions League che ha riservato alla sua squadra un avversario come l’Arsenal, il mister ha parlato anche dei dubbi di formazione, di come Ibrahimovic sia decisivo, del suo rinnovo di contratto che ancora non arriva e di queste ultime partite prima della sosta. Sull’Arsenal Allegri non ha voluto sbilanciarsi:

 Non pensiamo ora all’Arsenal, la Champions torna a febbraio, ora l’unico pensiero è rivolto al campionato. Parlare dell’Arsenal ora non serve a nulla. La testa deve essere ai prossimi sei punti da prendere, è un momento molto importante per il campionato

L’attenzione della squadra ora è tutta rivolta alle ultime due partite di campionato prima della sosta, in cui il mister vuole sei punti:

Le prossime due partite contro Siena e Cagliari saranno molto importanti ai fini della classifica, l’obiettivo è ora fare più punti possibili in campionato per rimanere in scia o agganciare chi è in testa

FORMAZIONE Il tecnico ha poi continuato esprimendo alcuni dubbi di formazione, a partire dai portieri, visto che sia Abbiati che Amelia non sono al meglio. In difesa al fianco di Thiago Silva dovrebbe giocare Bonera, mentre se Antonini non recupera ci sarà Taiwo:

Abbiati? Andrò a Milanello e, dopo la rifinitura, vedrò come stanno quelli che sono in dubbio. In questo momento i dubbi sono i due portieri, se non ce la dovessero fare Abbiati ed Amelia, giocherà Roma. Se non ce la dovesse fare Antonini, giocherà Taiwo. A fianco di Thiago Silva? Bonera è a vantaggio di Mexes.

IBRA Su Ibrahimovic ci sono solo parole dolci, e il tecnico pensa che quest’anno possa essere in forma per tutto l’anno, senza i cali che gli sono capitati nella seconda metà della scorsa stagione:

Ibra lo vedo più sereno, sta meglio fisicamente. Ha un dispendio di energie minore rispetto all’anno scorso quando si è caricato sulle spalle le nostre responsabilità e ha deciso molte partite, facendo anche grandi sforzi fisici. Quest’anno, invece, la squadra si conosce di più

CONTRATTO Infine un pensiero anche per quello che riguarda il suo rinnovo di contratto con il Milan, di cui tanto si parla sui giornali in questi giorni:

Il contratto sembra essere diventata una telenovela, ma non è così. Sono sicuro che appena ci siederemo al tavolino troveremo l’accordo.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>