Alex Del Piero solidale con Ibrahimovic

di Gioia Bò Commenta

Capita anche ai più grandi campioni di essere sostituiti per far posto a qualcuno più fresco o più in forma: non c’è da drammatizzare, fa parte delle regole del gioco. Lo sa bene Alessandro Del Piero, che nel corso della carriera ha dovuto spesso abbandonare il campo in anticipo e seguire il resto della partita dalla panchina.

E’ per questo che non si sente di condannare la reazione di Ibrahimovic subito dopo la sostituzione di ieri contro il Palermo:

Capita a tutti di provare dispiacere quando si viene sostituiti: magari hai lottato, volevi segnare non ci sei riuscito, sei stato colpito duro da un avversario, e la sostituzione la vivi come un demerito. E allora ci si sfoga con la persona da cui ti attendevi fiducia e comprensione. Però devi pensare che hai avuto la tua occasione, che hai avuto i tuoi minuti a disposizione e che l’allenatore ha giustamente la sua autonomia.

Questa la sua dichiarazione davanti alla platea di 250 ragazzi del Liceo Classico Massimo D’Azeglio, nel corso un incontro organizzato dall’Osservatorio permanente giovani editori. Solidarietà professionale, dunque, e ancora una volta la dimostrazione che Alex è anche campione di diplomazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>