In Premier sorprende l’Everton

di Marco Mancini 2

E’ stato un fine settimana piuttosto importante nella Premier League, con la finale di Fa Cup tra Chelsea e Tottenham (vinta dai londinesi) e per il quarto posto utile per l’ingresso ai preliminari di Champions.
Ma anche dall’altra parte della classifica non si scherza, visti i numerosi scontri diretti che si sono disputati sabato pomeriggio, anche se il Derby County è già ad un passo dalla retrocessione in prima divisione (la nostra serie B).

A prescindere dal brutto infortunio di Eduardo, del quale si è già parlato tanto, l’Arsenal non va oltre il 2-2, vuoi per lo shock dell’infortunio, o perchè la squadra dei Brummies ha voluto vendere cara la pelle. Fatto sta che non si è riuscito a gestire il vantaggio, annullato dalla rete al quarto minuto di recupero di James McFadden, e considerando che il Birmingham è ad un solo punto dalla retrocessione, questo potrebbe suonare come un campanello d’allarme per gli uomini di Wenger, soprattutto in vista del ritorno contro il Milan. A far sperare i Gunners c’è solo l’ottima prova di Theo Walcott, tornato a pieno regime dopo l’infortunio, che in cinque minuti superbi e manda in crisi da solo l’intera difesa dei biancazzurri e segna i due gol che fanno sperare nella vittoria. Adesso i Gunners sono tallonati dal Manchester, solo 3 punti sotto.


5-1 è il risultato dei Red Devils contro uno spento Newcastle che ritorna a vedere i fantasmi della zona retrocessione. La vittoria al St. James Park è frutto di un grande Cristiano Ronaldo, che non era andato ancora a segno dall’inizio di febbraio, che arriva a 21 reti stagionali grazie alle tre contro i bianconeri, più del doppio di Wayne Rooney, che però di professione fa l’attaccante.
Non so se i fan del Newcastle possano ancora sperare che nella prossima stagione possa cambiare qualcosa, nè di cosa ne sarà di re Kevin Keegan, la cui panchina traballa, ma farebbero bene a guardarsi alle spalle adesso i bianconeri, anche se non ne hanno voglia, perché la loro permanenza in Premier è tutt’altro che sicura. La loro striscia negativa che si protrae ormai da 10 partite comincia ad essere pesante, e li sta facendo scivolare sempre più nella zona calda della classifica.

Per il quarto posto la lotta è serrata. Sono almeno quattro le squadre che possono ambire a scalzare dall’ultimo posto utile il sempre più sorprendente Everton. Tra queste c’è pure il Liverpool, fresco di vittoria contro l’Inter dei record. Ma 4 giorni dopo, la partita di martedì sembra non aver ancora lasciato la mente dei Reds, e si nota subito in campo, esattamente al nono minuto quando Tuncay Sanli Boro porta in vantaggio il suo Middlesbrough.
Ma Fernando Torres è il primo a svegliarsi, segnando due gol in due minuti, e il terzo nella ripresa. Stewart Downing ci ha provato a rimettere in piedi la partita, ma un pò in ritardo, permettendo così alla squadra di Rafa Benitez di rimanere attaccata al treno dell’Everton, vittorioso sul difficile campo del Manchester City. I Citizens perdono la possibilità di agganciare il quarto posto, perdendo anche l’imbattibilità del proprio campo difesa addirittura nel derby con lo United.

Non molla nemmeno il Portsmouth, tre punti sotto il Liverpool, con un glaciale Jermain Defoe che al 69 minuto segna il rigore partita, sufficiente per superare il Sunderland.

Nella lotta per la salvezza, il Fulham (19 punti), ha perso un prezioso punto, grazie ad un controverso gol arrivato a 3 minuti dalla fine di Nobby Solano che con questa vittoria fa ancora sognare i tifosi del West Ham in una qualificazione Uefa, dato che devono ancora recuperare una partita.
Chi ha qualche speranza in più di evitare la retrocessione è il Reading, ad un punto dalla salvezza, che sta sprofondando sempre più nel baratro. Con la sconfitta di domenica contro l’Aston Villa ha raggiunto il poco invidiabile record di 8 sconfitte di fila in campionato.
Dopo aver raggiunto un pazzesco ottavo posto nel campionato 2005/06 alla prima stagione in Premier League, le cose sono andate di male in peggio per la Royals. Cominciando la stagione con l’obiettivo di raggiungere un piazzamento UEFA, è stata tradita dalla sua difesa un pò troppo generosa soprattutto lontano dal Madejski. Il Reading ha raccolto solo tre punti (tre pareggi) in 13 partite fuori casa in questa stagione, un pò pochini per chi ha ambizioni molto più alte di una semplice salvezza.

Chi se la passa leggermente meglio è il Bolton. Solo 25 punti per loro, appena 3 sulla zona che scotta, ma capaci di raggiungere la promozione al turno successivo di Coppa UEFA. Peccato che abbiano rovinato tutto con un brutto quanto sorprendente 4-1 a Blackburn. Forse anche per loro la partita di coppa ancora non era stata smaltita.
Piccolo passo in avanti per il Wigan che ha raccolto tre pesantissimi punti battendo 2-0 il tartassato Derby, raggiungendo a 26 punti il Sunderland.

Commenti (2)

  1. io sono tifoso del piu grande attacante d”EUROPA (FERNANDO JOSE TORRES SAINZ) vorrei che voi mi diate dei comenti su quanto costa EL NINHO grazzie

  2. el Ninho è stato pagato dal Liverpool la scorsa estate 36 milioni di euro (quattro spiccioli). Tenendo conto che ha 24 anni e che probabilmente anche quest’anno il Liverpool dovrebbe arrivare lontano in Champions, il suo costo potrebbe salire. Purtroppo adesso è impossibile fare una valutazione, anche perchè non credo che il giocatore sia sul mercato, ma anche se dovesse esserlo dovrebbe aggirarsi ancora intorno alla cifra pagata l’estate scorsa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>