De bello gallico

di Aforisma Commenta

Ed eccolo il sorteggio un pò temuto. Quello che dopo uno stentato avvio, poi glorificato dal gol di Panucci in Scozia, ci vede approdare ad Euro 2008 che si terrà in Svizzera e Austria.

Questi sorteggi, sempre attesi dagli appassionati rappresentano a volte ansia e sorpresa. Qualcuno fa scongiuri altri guardano alle stelle … sperando che vada bene, che le squadre non siano in via preliminare “toste”.

Un’Italia reduce da un Campionato del Mondo formidabile ma da una qualificazione europea scarsa forse sperava ancora nel “fattore C” che stavolta non c’è stato così come avvenuto per i prossimi Mondiali del 2010.

Ed ecco quindi il nostro girone: Romania, OlandaFrancia!

Nell’apprendere la notizia molti italiani avranno sicuramente pensato: Ancora Francia?! Ma cos’è una persecuzione? E dire che anche Romania e Olanda le abbiamo già incontrate in Euro 2000.

La prima incontrata nei quarti di finale e battuta 2-0, la seconda battuta invece in semifinale dopo i memorabili rigori che videro Toldo gran protagonista. Poi ci fu la Francia e la nota vicenda della mortificazione del gol del pareggio dei bleu a tempo scaduto con conseguente golden gol ai supplementari.

Chissà a cosa avrà pensato invece Domenech che, presente al sorteggio di Lucerna (così come era presente Donadoni), dopo il sorteggio ha abbandonato la sala stampa. Forse le sue stelle gli dicevano diversamente.

Raymond Domenech

Il CT italiano Donadoni si è detto tranquillo … cos’altro poteva dire?

Forse Domenech avrebbe preferito un girone diverso, magari più difficile pure di non subire un’altra gara con L’Italia.

Ormai si sa, l’antipatia atavica risale forse ai tempi di Cesare sfociata poi nell’inqualificabile gesto di Zidane.

A questo punto non ci resta altro che giocarcela, mentre allo stregone gallico interrogare i suoi astri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>