Il calcio mondiale habla español

di Gioia Bò Commenta

Il Brasile gioca il calcio migliore del mondo? Forse. O forse no, viste le due gare che sono andate in scena ieri sera a poche centinaia di chilometri di distanza l’una dall’altra. E se Italia – Brasile è stata definita a ragione la partita dell’anno, Francia – Argentina e Spagna – Inghilterra offrivano altrettanti spunti interessanti, proponendoci il meglio del calcio internazionale.

Tutti aspettavano l’Inghilterra, in cerca di una rivincita dopo l’esclusione dal campionato europeo dello scorso anno e battuta nell’ultima esibizione contro le Furie Rosse. Ma rivincita non c’è stata ed il buon Capello se ne è tornato nella fredda terra di Sua Maestà fortemente ridimensionato nelle ambizioni.

Vero è che la nazionale dei Tre Leoni era costretta a giocare senza Gerrard, Rooney e Brown, ma ciò non giustifica la deblacle rimediata in quel di Siviglia, specie se si tiene conto del figurone fatto in terra tedesca qualche mese fa, quando l’Inghilterra era scesa in campo con un manipolo di giovani promesse.

La verità è che la Spagna non si è fermata a specchiarsi dopo il successo europeo della scorsa estate e, nonostante il cambio della guida tecnica, continua a proporre un gioco spettacolare e votato all’attacco. L’Inghilterra ha provato a reagire, ma alla fine dei conti i gol di Villa e Llorente sono stati più che meritati di fronte ad una formazione che ha ancora bisogno di crescere, nonostante la presenza part-time di un Beckham in grande forma.

Dalle Furie Rosse ad un’altra “spagnola”, seppure solo di lingua, l’Argentina, scesa in campo a Parigi con l’intento di mettere in mostra tutto il potenziale tecnico di cui dispone. Il racconto della gara sta tutto nelle parole di Maradona:

I ragazzi hanno fatto una partita fantastica e, in alcuni momenti, abbiamo ridicolizzato la Francia. Non posso che essere felice. Messi ha giocato in modo fantastico. E’ come se la palla fosse un’estensione del suo corpo.

E’ raggiante il Pibe de Oro ed ha mille motivi per esserlo, dopo aver visto la sua nazionale mettere sotto per larghi tratti i galletti francesi. La Pulce poi ha offerto una prestazione superba, coronata dal gol spettacolare che ha consentito ai suoi di portarsi sul 2-0. E se anche Carrizo ha avuto modo di mettere in mostra le sue doti, nonostante il periodo di appannamento con la Lazio, allora è lecito chiedersi dove può arrivare questa Argentina.

[Foto: Corriere dello Sport]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>