Klasnic denuncia i medici del Werder Brema. 1,5 milioni di euro di risarcimento

di Marco Mancini Commenta

Ivan Klasnic non ci sta e alza la voce. Denunciati due medici della sua stessa squadra, il Werder Brema, rei di aver sottovalutato la gravità dei suoi disturbi renali. I medici hanno valutato poco grave il problema del calciatore per fare in modo che potesse scendere in campo anche non al meglio in questo scorcio di campionato così importante per la qualificazione in Champions League, anche se nell’arco di un anno l’attaccante ha subito già due interventi chirurgici.

Il calciatore aveva subito anche un rigetto nel primo intervento, quando gli era stato impiantato il rene della madre, e nonostante questo i medici sociali hanno creduto che il problema fosse superato. Adesso i due medici, il responsabile Goetz Dimanski e il cardiologo Manju Guha rischiano di pagare 1,5 milioni di euro, quanto richiesto da Klasnic come risarcimento danni al tribunale di Brema. Secondo il referto del professor Ulrich Kunzendorf, responsabile del centro per le insufficienze renali dell’ospedale universitario dello Schleswig-Holstein, gli interventi medici a cui è stato sottoposto il calciatore hanno addirittura peggiorato la sua situazione, confermando la negligenza dei due imputati. Adesso il calciatore rischia anche di non poter giocare i prossimi Europei con la maglia della sua Croazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>